Con Isee da 0,1 a 10mila euro si pagherà una Tari ridotta. «Si tratta di una misura sociale per le tante famiglie in difficoltà» ha detto il sindaco Zaccaria.    

L’Amministrazione comunale di Fasano ha deciso di venire incontro alle tante famiglie in difficoltà prevedendo agevolazioni in questo 2018 sul pagamento della Tari (la tassa sulla raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani). In ogni caso, il sindaco Francesco Zaccaria, nella conferenza stampa di oggi tenuta nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale per presentare la novità, ha tenuto a sottolineare che «innanzitutto, abbiamo inserito nel Pef già approvato una posta di 700mila euro per  ridurre in generale la Tari 2018 a tutti i contribuenti fasanesi. E questo ci rende orgogliosi in un momento storico difficile per molti – ha spiegato -. Ancora più fieri ci rende la decisione di abbattere totalmente la Tari per coloro che hanno un Isee 2016 uguale a zero e di ridurre la tassa in modo proporzionale ai nuclei familiari con Isee 2016 fino ai 10mila euro. Tutto questo è possibile grazie alle decisioni “forti” che abbiamo assunto in questi mesi sulle gravi inadempienze contestate alla società gestrice del servizio di raccolta “Tradeco”. Queste misure ci inorgogliscono, giacché riguardano le utenze domestiche – ha affermato Zaccaria – il tessuto vivo delle nostre famiglie che tanti sacrifici è costretto a fare». Il vicesindaco Giovanni Cisternino, con delega a Tributi e Bilancio, ha voluto soffermarsi sul dato «storico in questa città: finalmente, anche a Fasano, con l’adozione di queste prime misure, si fa una seria politica fiscale; il che ha richiesto attento studio delle posizioni contributive generali e specifiche dei nostri concittadini – ha detto – e analisi di costi, benefici e risorse a disposizione. Pertanto, i contribuenti riceveranno quest’anno – ha aggiunto Cisternino – direttamente gli avvisi di pagamento ed i bollettini già decurtati delle agevolazioni». È toccato alla dirigente comunale di settore Marisa Ruggiero delineare le modalità per accedere ai benefici sul pagamento Tari 2018. Intanto, il 7 marzo sarà emesso il bando pubblico, consultabile sul sito internet www.comune.fasano.br.it alla sezione “Sportello Amico”, per scaricare e sottoscrivere il modulo per la richiesta di agevolazioni. L’Amministrazione comunale ha inserito nel Bilancio di previsione 2018, che sarà al vaglio del Consiglio comunale alla fine di marzo, 200mila euro di fondi a copertura della misura. Così, fino al 21 marzo, chi presenterà la domanda con Isee 2016 pari a zero non pagherà alcuna Tari in questo 2018, mentre la somma che rimarrà a disposizione sarà distribuita per il 65 per cento a favore di coloro che hanno un Isee 2016 da 0,1 a 6mila euro, mentre la restante parte del 35 per cento sarà ripartita per le agevolazioni tra coloro che avranno presentato un Isee 2016 da seimila e un euro a 10mila euro.

Il vicesindaco Cisternino ha voluto anche sottolineare che grazie «alla convenzione Comune-professionisti fiscali che abbiamo voluto con tutte le nostre forze sottoscrivere qualche settimana fa, i cittadini che non sapessero come partecipare al bando Tari per le agevolazioni potranno rivolgersi ad uno degli 88 commercialisti fasanesi che hanno aderito alla nostra convenzione, i quali, gratuitamente – ha affermato Cisternino – aiuteranno questi contribuenti a compilare il modulo per la richiesta delle agevolazioni. Questi commercialisti sono riconoscibili poiché, all’esterno dei loro studi, hanno l’etichetta di “Ufficio Amico”». A conclusione della conferenza stampa, il sindaco Zaccaria ha voluto annunciare che questa misura di riduzione della Tari «verrà confermata per 4 anni». Intanto, la dirigente comunale Ruggiero ha anticipato che anche quest’anno verrà riproposta la rottamazione sulle ingiunzioni di pagamento: una misura che verrà presentata ufficialmente nelle prossime settimane.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.