1991 – 2016:  25 anni al servizio del territorio  e della comunità …”:

E’ stato questo il tema della cerimonia svoltasi quest’oggi domenica 3 gennaio 2016 presso il Santuario della Madonna di Pozzo Faceto a Pozzo Faceto di Fasano (Brindisi) per festeggiare i 25 anni di costituzione  della Associazione “C.B. Quadrifoglio”  Volontari di Protezione Civile che ha sede a Montalbano ma che opera su tutto il territorio nazionale.

L’Associazione, infatti, è stata costituita a fine dicembre del 1990 ed ha iniziato ad operare fattivamente al servizio del territorio e della comunità dal 1° gennaio 1991.

Alle ore 9.30 in piazza del Santuario si sono radunate una trentina di associazioni di Protezione civile provenienti da diversi comuni della provincia di Brindisi ed anche da alcuni comuni della provincia di Bari e Taranto.

Alle ore 10.30 S.E. Mons. Domenico Padovano, vescovo della Diocesi di Conversano-Monopoli, ha celebrato una Santa Messa, concelebrata da don Luigi Bianchessi, parroco di Pozzo Faceto, nel corso della quale mons. Padovano ha sottolineato come il volontariato “è l’avanguardia delle comunità pastorali, segno di buona salute della comunità”.

“Il volontariato – ha evidenziato il vescovo della diocesi di Conversano-Monopoli – è vivacissimo, promettente ed in continua crescita e dà nuovo impulso alla società”.

A conclusione della celebrazione religiosa, e dopo la benedizione degli “strumenti” del mestiere portati all’altare dai volontari (casco, guanti e lancia antincendio, radio ricetrasmittente, torcia e tuta) è intervenuto il presidente dei volontari di Protezione civile, Giannicola D’Amico, che ha rinnovato l’impegno della associazione e dei volontari “a favore della comunità, locale, provinciale, regionale e nazionale e del territorio in generale”.

Dal 1° gennaio 1991 al 31 dicembre 2015 sono stati 1308 gli interventi portati a compimento dai volontari della Associazione “Cb Quadrifoglio” nel campo della protezione civile, in occasione di incendi boschivi e di interfaccia, alluvioni, nevicate, dei terremoti di Umbria-Marche (1997), Molise (2002) e Abruzzo (2009), di emergenze umanitarie (arrivo profughi nel 1991, emergenza nord Africa nel 2011), di ricerca persone, di incidenti ed emergenze di varia natura, di eventi meteorici avversi, di incidenti ferroviari, nel campo della assistenza in occasione di grandi eventi – come la Beatificazione di Padre Pio (2002), le esequie di Papa Giovanni Paolo II e l’apertura del Pontificato di Papa Benedetto XVI (2005), il Congresso Eucaristico (2005), la visita papale a Brindisi (2008), e diversi altri eventi – e di eventi a impatto locale rilevante – non ultimo la traslazione e la esposizione delle spoglie di San Luigi Guanella a Fasano e Pozzo Faceto -, e numerosi altri interventi in tempi di tregua nel campo della formazione, addestramento, informazione dei cittadini e degli studenti, oltre che in collaborazione con gli enti (Comune, Provincia, Regione, Parchi naturali) nelle attività di monitoraggio del territorio e di salvaguardia della incolumità pubblica e dell’ambiente, nella attività di predisposizione del Piano comunale di emergenza, oltre che in campo sociale con iniziative a favore di minori, anziani e diversamente abili. Oltre un centinaio sono state le esercitazioni, i campi scuola e i corsi di formazione a cui hanno partecipato i volontari.

A seguire è intervenuto il Commissario straordinario del Comune di Fasano, Pasqua Erminia Cicoria, che ha ringraziato a nome della città i volontari e l’impegno che gli stessi hanno profuso a favore del territorio in questi 25 anni sottolineando anche l’opera di sensibilizzazione e stimolo verso l’ente locale sulle tematiche della Protezione civile.

A concludere gli interventi è stato, in rappresentanza della Regione Puglia, il consigliere regionale Fabiano Amati che ha evidenziato il forte impegno dei volontari sul territorio ed ha ricordato come l’associazione “Cb Quadrifoglio” sia nata dieci anni dopo il terremoto dell’Irpinia, e ricordando tale evento ha sottolineato come ogni istituzione ed organismo preposto abbia “il dovere di soccorrere” con tempestività e professionalità i cittadini e la popolazione.

Dopo la Santa Messa, presso la sede del Circolo Culturale “Peppino Di Carolo” è si è tenuta la tradizionale consegna del gagliardetto del 25.mo che è stato consegnato alle autorità e alle numerose associazioni presenti.

A seguire i volontari hanno tenuto il loro pranzo sociale presso una nota sala ricevimenti del territorio.

Nel corso del 2016 si terranno, poi, altre iniziative di natura diversa per ricordare i 25 anni di costituzione del sodalizio.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.