Larga vittoria degli ospiti,, costruita in un primo quarto da 28 punti. I ragazzi di coach Sordi non riescono a recuperare a escono sconfitti per 78-97.
L’Olimpica Cerignola non fa sconti e arriva a Fasano con la determinazione di giocare la gara della stagione, complice la lotta per il vertice tra le tre daune e memore dela sconfitta subita in casa all’andata.

Partita che prende la strada della Capitanata già dalle prime battute, che risulterà poi incolmabile per i fasanesi, che riescono a portarsi a metà gara sul -10.
Troppo morbidi in difesa, i ragazzi di coach Sordi subiscono due parziali di 28 punti. Subissati dalletriple di Panaggio (5/6 a fine gara) e dalla fisicità di Truvillon sia sotto canestro che sul perimetro. Per la Technoacque ottime le prestazioni degli esterni Santoro e Manchisi, che però non riescono a trascinare il resto del roster, ed evitare una sconfitta che riduce al lumicino le speranze di promozione diretta in Serie C Nazionale. La Technoacque dovrà adesso vincere le prossime due sfide, la prima a Vieste, e sperare che l’Invicta Brindisi non faccia bottino pieno a Lecce, altrimenti si dovrà passare dai play-out per garantirsi il ticket per la prossima stagione in C.
Tornando alla partita coach Sordi manda in campo lo starting composto da Santoro in regia, sugli esterni a tamponare Castoro e Padalino, il duo Manchisi e Liaci, e la coppia di lunghi Persichella e Argento; coach Russo, dovendo fare a meno del capitano Visaggio, manda in campo il play USA Panaggio, sul perimetro Castoro e Padalino, e la coppia di lunghi Ferramosca e Truvillon.
L’inizio di gara è molto soft, Cerignola non ha intenzione di correre, la Technoacque deve gestire le energie dopo la gara di mercoledì; apre Manchisi con un lay-up e una tripla, dall’altra parte invece è Truvillon che si fa trovare pronto in post-basso per bene due volte. Santoro mette il suo primo canestro e coach Russo ferma la partita perchè vede che i suoi sono fuori ritmo. Il time out si rivelerà il crocevia della gara: in uscita primo parziale di 6-0 per gli ospiti, in attacco la Technoacque si spegne del tutto e si manifesta la striscia di 21-0 per i viaggianti che verrà chiusa da
due liberi di Manchisi, sul punteggio di 07-25. Sul finale di quarto c’è tempo per una ulteriore tripla di Panaggio che chiuderà la frazione sul 09-28.
Al rientro dalla pausa breve, i ragazzi di coach Sordi hanno un moto di orgoglio e provano a riportarsi sotto con le bombe di Liaci e Santoro e con Damasco che prova a farsi spazio sotto
canestro.Cerignola inizialmente accusa il colpo (Russo chiama t.o. dopo 3 minuti), ma con le triple di Vuovolo e Panaggio contiene il ritorno fasanese, e mantiene saldo il comando della gara. Sordi spinge i suoi ad uno sforzo maggiore, ed arriva un secondo mini-p arziale con Santoro e Rosato che permetterà di vincere il quarto per 26-18, chiudendo sulla sirena sul -11, per 46 a 35.

Dopo la pausa lunga, che vede fermarsi Damasco per problemi fisici, non cambia il leit-motiv della gara: Panaggio punisce la zona fasanese da tre, Manchisi provare a rispondere: è il momento di
produrre il massimo sforzo, ma forse il doppio impegno settimanale si fa sentire nella testa e nella gambe dei fasanesi, che vedono sfuggire la partita, non riuscendo a dare il colpo di coda per
riagganciare i fuggitivi, che invece allungano, nonostante una situazione falli complicata.
La Technoacque non è precisa in attacco e aggressiva in difesa come l’Olimpica e saranno ancora 28 i punti subiti nella frazione, punti che consentono ai viaggianti di andare all’ultima sirena sul +18.
Nell’ultimo quarto i fasanesi provano a riaprire la gara cercando tiri da lontano, prima Manchisi e 
poi Santoro vanno a segno, ma Truvilllon sale in cattedra e completa la giornata di grazia con una serie di canestri dal perimetro, spegnendo così le velleità del roster fasanese. Coach Sordi non si arrende, e prova anche la mossa del fallo sistematico per guadaganre tempo e cercare di accorciare il gap, ma le percentuali ai liberi dei cerignolani sono alte, a dispetto degli errori che invece commettono i locali dalla distanza. Nasce così la terza frazione vinta dagli ospiti che possono chiudere con gli under in campo sul punteggio di 78-97.
Sconfitta che al di là dello scarto, pesa come un macigno nell’economia di classifica per i fasanesi, scivolati di nuovo in decima posizione e con il vincolo della debacle dell’Invicta Brindisii nella trasferta di Lecce.

Domenica prossima prevista trasferta a Vieste, anche’essa in difficoltà di rendimento ma con una classifica migliore di quella della Technoacque.
Technoacque Fasano – Olimpica Cerignola 78-97
Parziali (09-28, 26-18, 21-28, 22-23)
Tabellini
Technoacque Fasano: Santoro 20, Liaci 6, Manchisi 18, Damasco 8, Monopoli 2, rosato 2, Musa
1, Argento 12, persichella 7, Sabatelli ne. All.re Sordi
Olimpica Cerignola: Panaggio 20, Castoro 14, Russo 0, Padalino 18, Vuovolo 14, Ferramosca 0,
Truvillon 27, Garozzo 2, scarano 2, Mansi 0. All.re Russo.
Classifica:
Diamond Foggia 38, Olimpica Cerignola, BK A. Manfredonia 36, Adria Pall. Bari 32, Libertas Altamura 30, Sunshine Vieste 28, Virtus Ruvo di P. , Valentino Bk Castellaneta 28, Invicta Brindisi
26, BK Fasano 24, New BK 99 Lecce 18, Angiulli Bari 6, Murgia Santeramo 4, Cestistica Barletta 2

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.