+39 080 442 5167

Concorso video per il Salento Finibus Terrae

17 Dic 2014 Spettacolo @dmin

Il festival internazionale di cortometraggi “Salento Finibus Terrae” (ideato dal regista Romeo Conte) e che vede il patrocinio dei Comuni di Fasano, San Vito dei Normanni, San Michele Salentino, Ostuni e Mesagne, il prossimo anno avrà come tema centrale l’ambiente e si terrà in queste località brindisine dal 16 al 26 luglio 2015. La novità principale della XIII edizione della rassegna è però caratterizzata dal coinvolgimento delle scuole secondarie di primo e secondo grado proprio sulla tematica del rispetto dell’ambiente e, dunque, sull’educazione ad un modo di vivere ecosostenibile e in armonia tra essere umani. Gli organizzatori hanno quindi ideato un apposito concorso video destinato agli alunni dagli undici ai 18 anni d’età e, per Fasano, segnatamente agli studenti delle scuole “Bianco-Pascoli”, “Leonardo da Vinci” e “Gaetano Salvemini”, i quali dovranno cimentarsi nella realizzazione di un video di 90 secondi. Ciascun allievo avrà la possibilità di presentare fino a tre video, che potranno essere creati su qualunque supporto (anche con il semplice cellulare). I filmati dovranno essere inviati dal 10 gennaio al 15 maggio 2015 per posta su un dvd all’indirizzo “Events Production”, via Francesco Ferrucci, 69 – 59100 Prato, oppure con internet, attraverso la piattaforma di wetransfer, all’indirizzo e-mail salento@salentofinibusterrae.it I video realizzati saranno selezionati, per ognuna delle cittadine brindisine coinvolte, nel numero di 20 da un’apposita commissione e verranno proiettati durante il festival nella cittadina di riferimento (dunque, a Fasano si proietteranno i 20 video di studenti locali). Presiederà la giuria Maria Grazia Canuto, esperta di criminologia ambientale. La giuria, per ogni cittadina del Brindisino coinvolta nella rassegna cinematografica, giudicherà i lavori prodotti dagli studenti per decretarne il vincitore che riceverà un premio in denaro. Inoltre, l’educazione all’ambiente, nell’ambito del festival, si svilupperà anche attraverso un coinvolgimento pratico: saranno, infatti, organizzati dei raduni con gli studenti per la pulizia di spiagge, di strade di campagna, degli stessi centri cittadini, di giardini pubblici. Gli studenti, in ciascuno dei cinque Comuni del brindisino prescelti, opereranno affiancati dagli operatori ecologici e da particolari tutor (attori, registi e giornalisti partecipanti al festival, oltre che genitori); tutti indosseranno una t-shirt bianca con il logo dell’iniziativa muniti di mascherina, guanti, contenitori, mentre verranno seguiti dai mezzi di carico delle ditte gestrici del servizio di igiene urbana in ciascuno dei cinque Comuni.

Commenti

There are no comments yet×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *