Dal 12 al 14 dicembre torna a Bari, alla Fiera del Levante,  l’evento tutto dedicato all’orientamento. Attesi oltre 42 mila studenti, La novità di quest’anno è la prima edizione di “Food for future”

Il primo evento in Italia dedicato alla formazione enogastronomica.
Prende il via oggi a Bari, alla Fiera del Levante, la venticinquesima edizione di Campus Orienta!, il Salone dello studente,organizzato da Class Editori, la manifestazione leader nel settore dedicata all’orientamento post maturità. Un panorama completo delle opportunità,accademiche e professionali, per permettere ai ragazzi delle scuole superiori di individuare la strada giusta per il proprio futuro.

In più, quest’anno una grande novità: all’interno del Salone aprirà i battenti la prima edizione di FOOD FOR FUTURE, il primo evento in Italia interamente dedicato alla formazione enogastronomica. Organizzato in collaborazione con Gambero Rosso, l’evento sarà la più grande occasione per presentare ai ragazzi le opportunità formative e professionali di questo mondo tanto affascinante e che, per il futuro, prevede margini di crescita e sbocchi professionali interessanti: scuole, accademie,corsi di laurea, laboratori, show cooking, convegni, personaggi e aziende per fare il punto completo su tutto quanto ruota intorno alla formazione in questo settore.

Ai 45 mila studenti e agli oltre 2 mila professori delle scuole superiori pugliesi, che giungeranno alla Fiera del Levante, il Salone dedica 93 proposte formative e 40 incontri con le più importanti università, le scuole di formazione, gli enti e le istituzioni del territorio.In sinergia per permettere ai giovani di prendere contatto con le migliori opportunità a loro dedicate. Un focus privilegiato sarà dedicato al territorio:oltre a numerosi atenei da tutta Italia, saranno infatti presenti l’Università degli studi di Bari,l’Università degli studi di Foggia, l’Università del Salento e il Politecnicodi Bari.

Spazio all’orientamento con gli incontri tenuti da Sergio Bettini, psicologo dell’’orientamento e allo Sportello counseling in cui gli studenti potranno, in colloqui “one to one”,districare ogni dubbio sui percorsi universitari. Non mancheranno le opportunità per i giovani di mettersi alla prova con simulazioni dei test di accesso ai corsi universitari.

Uno sguardo importante sarà lanciato sul futuro:quali saranno i lavori più richiesti nei prossimi cinque anni? Lo spiegheranno gli esperti di In Tribe. Mentre delle famose soft skills, le competenze trasversali tanto richieste in ambito lavorativo, si parlerà nel workshop #youthempowered,organizzato da CocaCola HBC Italia e negli incontri a cura di Aspic, Scuola superiore europea di counseling.

Un diverso percorso sarà inoltre proposto ai giovani che intendono dedicarsi al Servizio civile universale: gli esperti del Dipartimento della gioventù e del Servizio civile nazionale saranno a disposizione dei ragazzi. La cui voce sarà ascoltata grazie a Teen’s Voice, la ricerca condotta dall’Università degli studi La Sapienza di Roma sui valori dei giovani di oggi: lavoro, famiglia, società e futuro.

Su scienza e letteratura punteranno invece i Giovani imprenditori di Confindustria per raccontare ai ragazzi le nuove idee di impresa. Due le iniziative presentate: il Campiello Giovani, il concorso letterario nazionale, e #STEAMiamoci, il progetto che si pone l’obiettivo di avvicinare i ragazzi, in particolar modo le ragazze, agli studi STEM (Scienze, Tecnologie, Ingegneria, Matematica).

Tra le opportunità più adatte al mood digitale dei ragazzi, da segnalare la sezione “Student” del Vertical Movie Festival (www.verticalmovie.it), il concorso cinematografico dedicato ai cortometraggi verticali realizzati tramite smartphone.

Mercoledì 12 dicembre in programma anche la AwardCeremony, del programma indetto da Comau, azienda torinese di automazione e robotica, il percorso formativo rivolto alle scuole, per il conseguimento del Patentino della robotica, una certificazione (valida anche nell’ambito dell’alternanza Scuola –lavoro) di uso e programmazione di robot industriali riconosciuta a livello internazionale.

Tra le presenze più attese, Regione Puglia, #studioinpuglia,che avrà un’area interamente dedicata alla formazione. Nell’ambito di Food for future, Regione Puglia organizza un convegno dal format innovativo. Protagonisti i ragazzi: saranno loro stessi a intervistare, in formula talk show e con un divertente ribaltamento deiruoli, docenti e responsabili dell’orientamento degli ITS, gli Istituti tecnici superiori regionali, dedicati all’agroalimentare, dei corsi di Scienze e tecnologie alimentari e Scienze e tecnologie agrarie dell’Università degli studi di Bari, di Scienze gastronomiche dell’Università degli studi di Foggia e del corso di Viticoltura ed enologia dell’Università del Salento. Domande a tutto campo sull’orientamento universitario e professionale.

All’interno degli spazi occupati da Food for future gli studenti potranno muoversi tra diversi ambiti: l’area dell’Alta formazione e critica gastronomica vede la presenza delle università e delle scuole di formazione del mondo del Food e qui gli studenti potranno trovare informazioni su dove e che cosa studiare.

Ambiti più legati al mondo delle professioni,invece, quelli dedicati al Back office e alla Filiera e produzione: in questi spazi imprenditori, consorzi e aziende spiegheranno ai ragazzi quali sono i ruoli più importanti e più richiesti nel settore attraverso case histories e le imprese del territorio. Per conoscere da vicino le opportunità e l’innovazione del futuro formativo e professionale dell’enogastronomia e per capire che cosa vuol dire fare imprenditoria nel mondo agroalimentare.

Infine, nell’area Cucina i ragazzi saranno coinvolti in incontri, laboratori e showcooking.

Qualche nome? Sarà presente lo chef Giorgione, il voltopiù noto di Gambero Rosso Channel, e patron del ristorante Alla via di mezzo di Montefalco (Perugia).

Ci saranno Francescoe Giovanni Pellegrino, chef e pastrychef, ex Bros, che, nel loro ristorante di Lecce, hanno rivoluzionato la tradizionale cucina salentina: saranno anch’essi impegnati negli showcooking sui segreti del cioccolato.

Ci sarà Michelangelo De Palma, CEO di Agriplan, società barese di studi e servizi che opera nell’ambito della filiera agroalimentare.

Gli incontri spazieranno su diversi temi: dal “Safety Food: il buon campo per una buona tavola” a “I frutti antichi: un patrimonio di biodiversità da valorizzare”. Da “EIT Food: nuove opportunità per giovani innovativi nell’ecosistema agroalimentare” all’”Innovazione biotecnologica”, da “ Chi sono i gastronomi” a “Da scarto a risorsa: il caso delle foglie di olivo”.

Appuntamento quindi da oggi fino al 14 dicembre,dalle 9.00 alle 13.30, alla Fiera del Levante, Bari.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.