“GUARDANO LIMPIDI IL MARE ADIRATO” è il titolo della mostra allestita presso il Museo Archeologico Nazionale di Egnazia a Savelletri di Fasano.

Frutto di una campagna fotografica sul paesaggio contemporaneo di Egnazia realizzata dagli studenti del corso biennale di fotografa di F.project Scuola di Fotografa e Cinematografa con la curatela di Giuseppe Fanizza e Roberta Fiorito.

Il titolo “Guardano limpidi il mare adirato” strizza l’occhio al iratis lymphis, con cui Orazio (Sat 1.I, V, 96) descrisse la città durante un viaggio lungo la via Appia, fatto insieme a Mecenate nel 37 a.C. La libertà di interpretazione del verso latino non è casuale e vuole anzi sottolineare il senso dell’azione fotografica intrapresa nel documentare Egnazia oggi.

Chi sono i suoi abitanti? Come attraversano e guardano questo paesaggio? Cosa c’è dietro le quinte e le teche del museo? Cosa succede lungo le mura messapiche una volta imponenti e ormai trasformate, sommerse o riutilizzate? Cosa rispondono le acque irate e limpide allo sguardo contemporaneo? Presentate a fianco dei reperti archeologici esposti nel museo, le fotografe propongono una lettura nuova del paesaggio di Egnazia, guardato con gli occhi di un gruppo di giovanissimi fotografi pugliesi che fra aprile e giugno di quest’anno hanno scoperto, esplorato e documentato con la fotografa il territorio fra le mura e il mare.

Come la musealizzazione dei reperti archeologici, basata su studi e pratiche scientifiche, propone una narrazione e produce un immaginario nel visitatore/osservatore, così le immagini dei giovanissimi autori vanno intese come un ulteriore livello narrativo. Mescolandosi alla collezione permanente del museo, la narrazione contemporanea trascende la documentazione della realtà connaturata al mezzo fotografico per produrre un immaginario ulteriore e inaspettato.

L’associazione F.project Scuola di Fotografa e Cinematografa attiva ogni anno, con gli studenti del corso biennale di fotografa, dei laboratori di ricerca visuali su diverse zone del territorio in cui opera con l’idea di ofrire attraverso i contemporanei linguaggi dell’immagine una nuova documentazione fotografica e video della Puglia e delle zone circostanti.

INFO
“Guardano limpidi il mare adirato” è frutto del laboratorio fotografico tenuto da Giuseppe Fanizza nell’ambito del Corso biennale di Fotografa di F.Project.
La mostra è a cura di Giuseppe Fanizza e Roberta Fiorito.

Le fotografe sono di: Francesca Abruzzese, Martina Amoruso, Antonio D’Alesio, Anna Barbaro, Tatiana Bevilacqua, Giuseppe Cannone, Nicola Cardone, Alexia Coppolecchia, Dalila Crudele, Silvio De Benedittis, Velentina Deandrea, Nicola Dipierro, Mariangela Favuzzi, Cristian Fiore, Francesco Liberatore, Dominga Lussone, Sara Magrì, Andrea Mallardi, Nicla Marzano, Luca Masciavè, Grazia Mundo, Stefania Pero, Andrea Petruzzi, Giusy Prisciandaro, Antonella Romano.

I promotori della mostra ringraziano: Arianna Ancona, Alessia Busto, Ivan De Santis, Rosaria Lucia Marrone, Nico Murri, il direttore del Museo di Egnazia Angela Ciancio, l’addetto alla comunicazione del museo Marcello Dentico e il Sindaco di Fasano, Francesco Zaccaria.

“Guardano limpidi il mare adirato” è realizzata con il supporto del Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia “Giuseppe Andreassi” e con il patrocinio del comune di Fasano.

Sabato 22 settembre il museo rimarrà aperto sino alle 22:00 l’ingresso dalle 20 alle 22:00 avrà un costo  simbolico di 1 €.

Per tutti gli altri giorni verranno osservati gli orari e i costi usuali consultabili sul sito web del Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia.

LINK UTILI
Guardano Limpidi il Mare Adirato – Facebook www.egnazia.eu – www.facebook.com – scuola.fproject.it – www.giuseppefanizza.info

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.