Nell’ ambito delle iniziative dell’ evento “O-maggio all’infanzia” promossa dall’amministrazione comunale.

I volontari fasanesi di Emergency, l’ associazione umanitaria fondata nel 1994 dal chirurgo di guerra Gino Strada, presentano la  mostra fotografica :“QUI EMERGENCY PALERMO”. realizzata da Mario Dondero, figura emblematica del fotogiornalismo italiano.

Sono esposti 19 scatti in bianco nero per raccontare l’attività del poliambulatorio di Palermo realizzato da Emergency nel 2006 con l’obiettivo di  fornire assistenza sanitaria ai migranti con o senza permesso di soggiorno ed anche alle persone residenti in stato di bisogno.   L’obiettivo fotografico del maestro Dondero è quello di  raccontare questa esperienza con discrezione e fedeltà, fermando attimi e gesti saturi di umanità.
Nonostante sia un diritto riconosciuto, anche in Italia il diritto alla cura è spesso disatteso: migranti, stranieri, indigenti in molti casi non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, difficoltà a muoversi all’ interno di un sistema sanitario complesso.
Il Programma Italia di Emergency garantisce assistenza sanitaria gratuita e di qualità, educazione sanitaria e orientamento ai servizi socio-sanitari a persone in difficoltà. Lo staff del Programma Italia collabora con i servizi del territorio per permettere un corretto accesso alle cure alle fasce di popolazione più vulnerabili.
Il Poliambulatorio di Palermo ha iniziato le sue attività nell’ aprile 2006. Offre prestazioni di medicina di base, odontoiatria, pediatria, ostetricia e ginecologia, cardiologia, supporto psicologico. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell’ASP6 di Palermo. Sino ad oggi l’ ambulatorio, dedicato a Giovanni Lo Porto, uomo di pace ucciso dalla follia della guerra, ha offerto più di 100.000 prestazioni sanitarie.
In date successive Emergency ha aperto altri ambulatori: a Marghera in Veneto, a Sassari, a Polistena in Calabria dove offre prestazioni mediche in un edificio confiscato alla ndrangheta, a Napoli e con i suoi ambulatori mobili è presente in diverse regioni italiane. La mostra fotografica sarà visibile per tutta la durata dell’ evento, sino al 27 maggio.

Il 26 e 27 maggio i volontari dell’ associazione metteranno a disposizione, tramite un visore a 360°,  “Non voltarti dall’ altra parte”  un video che racconta le attività di Emergency in Iraq e ha lo scopo di far vivere allo spettatore la stessa esperienza che hanno vissuto in prima persona i registi, catapultandolo nella realtà irachena .Lo spettatore è così in grado di camminare nei corridoi dell’ ospedale di Emergency a Erbil, di assistere alla fabbricazione di protesi nel Centro di riabilitazione di Sulaimaiya e di farsi guidare tra le tende del campo profughi di Ashti, toccando con mano quello che lo staff di Emergency fa ogni giorno.
I video a 360° sono realizzati con un tipo speciale di telecamera, simile a quelle utilizzate per mappare le strade, con la quale è possibile riprendere in tutte le direzioni  un singolo momento, immortalando una scena, appunto, a 360 gradi.

I volontari dell’ associazione Emergency, inoltre,  sono a disposizione per tutta la durata dell’ evento per incontrare le scuole del territorio ed offrire ai bambini  e ai ragazzi la testimonianza dell’ impegno umanitario dell’ associazione tramite immagini e filmati. Saranno affrontati temi quali il rispetto dei diritti universali, il rifiuto della violenza e della guerra, la promozione di gesti concreti di pace.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.