Quello svoltosi il 27 marzo scorso è stato un consiglio comunale lungo, vivace e ricco di spunti di cronaca e di politica anche perché all’ordine del giorno vi era l’approvazione del bilancio di Previsione 2018.

Da notare che la maggioranza che sostiene l’Amministrazione Zaccaria, da tempo in predicato di allargamento ad alcuni consiglieri attualmente all’opposizione, ha invece di fatto perso il sostegno del Movimento Civico “In Comune”, rappresentato da Vito Bianchi che ha votato contro il programma triennale delle opere pubbliche e contro il bilancio denunciando ritardi e omissioni su una serie di provvedimenti per i quali dopo due anni non è arrivata la svolta annunciata e per i tagli al progetto culturale che avrebbe dovuto rappresentare il rilancio della città.

Il bilancio è stato approvato dalla maggioranza che ha mostrato entusiasmo non solo perchè non ci saranno aumenti di tasse, ma anche perché saranno applicate riduzioni alla famigerata TARI, specie alle fasce più deboli economicamente della popolazione, una riduzione, secondo il primo cittadino, reale che si verifica dopo anni di aumenti o di stasi del tributo.

Sull’aspetto politico sono state bocciate le mozioni che chiedevano la sfiducia del vicesindaco, assessore alla finanze e dell’assessore al patrimonio che nei giorni scorsi ha rimesso la delega in polemica con la struttura burocratica comunale e quella richiesta dalle opposizioni per la riduzione della TARI a tutti i cittadini e non solo alle fasce economicamente più deboli e dunque polemiche e perplessità sono state avanzate dai consiglieri di Opposizione Trisciuzzi (5 stelle), Di Bari (Forza Italia), Olive (fittiana) e Scianaro (Lega).

Approvate invece altre tre mozioni presentate da consiglieri di opposizione: quella del consigliere del Movimento 5 Stelle Raffaele Trisciuzzi sull’attivazione della tariffazione puntuale nel nuovo servizio di raccolta rifiuti e quelle presentate da Laura De Mola, Lello Di Bari e Maria Rosaria Olive sull’adesione del Comune di Fasano alla Fondazione Apulia Film Commission e quella sulla registrazione del Comune di Fasano al programma elaborato dalla Commissione Europea “WiFi4EU” per implementare le reti wifi nelle aree pubbliche.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.