Il Comune accoglie il progetto e si convenziona con l’oratorio della parrocchia s. Antonio Abate in partnership con l’oratorio della parrocchia s. Maria della Salette. 

L’Amministrazione comunale di Fasano ha accolto il progetto di attività educative e ricreative in orario extra-scolastico, denominato “Oratori insieme”, rivolto a minori fra i 6 ed i 14 anni d’età e proposto dalla parrocchia s. Antonio Abate (col suo Oratorio del fanciullo) in partnership con la parrocchia s. Maria della Salette (col suo Anspi-Oratorio “Don Cosimo De Carolis”). La convenzione che regola rapporti ed impegni reciproci fra le parti, per una durata di due anni, è stata firmata da Marisa Ruggiero, in qualità di dirigente del settore Risorse-Servizio Politiche sociali del Comune di Fasano, e da don Giorgio Pugliese, in qualità di parroco della chiesa s. Antonio Abate (capofila del progetto).

«Abbiamo deciso di sostenere l’iniziativa perché è finalizzata al sostegno educativo di minori e, indirettamente, delle loro stesse famiglie – spiega Giacomo Maringelli, assessore comunale alle Politiche sociali – convinti come siamo che anche il Comune debba fare la sua parte nel promuovere e supportare tutte quelle attività di privati, in questo caso dei due oratori fasanesi in questione, in linea con la L.R. n. 17 del 5 luglio 2016 che disciplina il “Riconoscimento, valorizzazione e sostegno della funzione socioeducativa delle attività di oratorio”, volte alla promozione, all’accompagnamento ed al sostegno di una sana crescita dei minori, attraverso la realizzazione di attività educative e ricreative finalizzate a contrastare il disagio giovanile, la devianza minorile e per garantire uno sviluppo armonico della personalità del singolo minore. Incentivare un “sistema” virtuoso fra pubblico e privato è indispensabile per la stessa crescita sociale del territorio – sottolinea Maringelli – e di buon grado abbiamo deciso di aderire al progetto dei due oratori parrocchiali, nel quale verranno coinvolti anche bambini e ragazzi seguiti dai Servizi sociali comunali nelle varie attività che rappresentano uno strumento di aggregazione, interazione ed integrazione sociale».

Il progetto si esplicherà attraverso la programmazione di iniziative, diversificate per fasce d’età, che si svolgeranno sia nella sede dell’Oratorio del fanciullo che in quella dell’oratorio “Don Cosimo De Carolis”: tante le attività previste, dal doposcuola alla promozione della lettura, dai corsi di lingue ai laboratori di gioco, sportivo, musicale, creativo, di cucina, oltre alle singole uscite di istruzione e di svago.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.