Maurizio Nazzaro è figlio d’arte, maestro di chitarra classica, raffinato cantautore ed interprete della canzone napoletana e italiana, arrangiatore e musicista completo.

E’ del 1990 un suo album pop arrangiato da Maurizio Fabrizio e prodotto da Marco Luberti e con il brano “Per Curiosità” partecipa al festival di Sanremo con lo pseudonimo di Maurizio della Rosa, ottenendo significativi riconoscimenti di critica e di pubblico. Dello stesso album viene scelto anche il brano “Ti senti sola” come videoclip per la partecipazione al Festivalbar.
Nel 1992 Massimo Ranieri  , incide l’album “Ti penso”, inserendo  4 brani composti da Maurizio, tra i quali “La notte” che diverrà sigla televisiva.
Nel 1994 scrive per Grazia Di Michele alcune canzoni per l’album “Rudji” ed è con lei in tournèe in Italia come chitarrista per la promozione di detto album.

Nel 1995 compone “Guarda la vita”  che verrà incisa da Tosca Donati nell’album “Incontri e Passaggi”.
Negli anni duemila realizza vari progetti per la solidarietà, compone ed incide il suo secondo CD “Cose Concrete”, registrato in Puglia con un gruppo di noti musicisti pugliesi.
Promuove in vari teatri italiani un CD di canzoni napoletane, realizzato con i suoi arrangiamenti per orchestra sinfonica, progetto “Pe chistu bene” con i Solisti dell’orchestra del Teatro Regio di Parma.
Realizza un videoclip con la Midas di Michele Mondella, con il brano “Per questa musica” che riceve plausi della critica, tra cui una recensione di Vincenzo Mollica in “Do Re Ciak Gulp”.

Maurizio Nazzaro presenta al pubblico il suo spettacolo “Saluti e Baci”, già proposto nello storico Teatro Trianon di Napoli e nel Teatro Ambra alla Garbatella di Roma. Si tratta di un progetto musico-teatrale che prende spunto dalla tradizione della canzone napoletana ma anche dalla  personale produzione dell’autore. Nuova linfa vitale caratterizza questa esperienza dell’artista che vive il suo tempo nella continua sperimentazione tra tradizione e linguaggio musicale contemporaneo. Maurizio Nazzaro riesce a creare un dialogo intimo fra la sua espressività ed il pubblico anche grazie ad una spontanea empatia che trasmette insieme al suo gruppo di musicisti di spessore.

Maurizio NAZZARO – voce e chitarra classica
Nico BERARDI – cornamusa, ciaramelle, flauti andini e charango
Alessandro DI DONNA – piano e tastiere
Walter DI STEFANO – basso el., basso fretless
Massimo NEGRO – batteria, percussioni

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.