Sono stati completati i lavori di risanamento e recupero del chiostro dei Minori Osservanti, uno dei monumenti ed immobili di proprietà del Comune di Fasano più prestigiosi sul piano storico-artistico-culturale locale, che vanta la presenza di affreschi con i Fioretti di san Francesco.

Le opere sono state realizzate grazie all’accesso (tramite la Regione Puglia) al fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale, nell’ambito dell’azione “Interventi di restauro e valorizzazione del patrimonio culturale regionale” cui aderì il Gal Alto Salento di cui fa parte il Comune di Fasano, a cui sono stati concessi 39mila euro di fondi pubblici cui sono stati aggiunti 51mila euro di fondi del Bilancio comunale.

Nel giugno scorso era stata bandita la relativa gara d’appalto aggiudicata alla ditta “Besa Costruzioni srl” di Altamura che, avendo presentato un ribasso del 30,576 per cento sul prezzo a base d’asta, aveva prodotto per il Comune un “risparmio” di circa 24mila euro che sono stati destinati a lavori complementari (ossia non previsti nel progetto iniziale); pertanto, il costo complessivo dell’opera è stato di 90mila euro circa.

La proposta progettuale dei lavori è stata redatta dai tecnici comunali Orazio Soleti, Francesco Leone e Vito Lapadula; gli interventi realizzati sono consistiti nel risanamento e nel recupero delle facciate interne del chiostro, oltre che degli infissi che si affacciano nella stessa struttura e nella sostituzione della pavimentazione di pietrini di cemento con elementi di pietra calcarea. Il progetto, con i relativi lavori, ottenne l’ok della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio della Puglia.

Il chiostro adesso è parte integrante del Laboratorio urbano ed ospita manifestazioni culturali, ma nacque nell’ambito del complesso conventuale dei Frati Minori Osservanti risalente al Seicento

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.