Sono state presentate stasera, in conferenza stampa a Palazzo di città, le novità inerenti il servizio di mensa scolastica a Fasano che verrà avviato lunedì 5 ottobre prossimo.

Il dirigente comunale Affari generali, Giuseppe Carparelli, e Rossella Spagnolo in rappresentanza di “Ladisa spa”, la ditta barese affidataria del servizio di mensa scolastica nelle scuole fasanesi, hanno illustrato sia le modalità d’iscrizione on-line al servizio che le modalità di pagamento della tariffa per poterne usufruire.

Innazitutto, il cittadino interessato ad iscrivere il proprio figlio alla refezione scolastica potrà presentare la domanda in formato cartaceo (compilando un apposito modulo scaricabile dal sito istituzionale www.comune.fasano.br.it) oppure direttamente on-line sul sito  http://fasano.ristonova.it/novaportal/ seguendo le relative indicazioni. Il pagamento della tariffa potrà essere effettuato in vari modi: in contanti, senza l’aggravio di spese, presso la sede dell’azienda, sita in via dell’Industria al civico 95, e negli esercizi commerciali convenzionati, oppure con versamento sul conto corrente postale intestato al Comune di Fasano o, ancora, tramite bonifico bancario; se la tariffa viene pagata secondo queste due ultime modalità, sarà necessario far recapitare alla “Ladisa spa” la ricevuta di versamento (a mano o con posta elettronica all’indirizzo  info@ladisaristorazione.it). La ditta provvederà a fornire, tramite e-mail o sms, un codice individuale, numerico di quattro cifre (Pin) che identificherà il beneficiario del servizio e che sarà necessario per l’accredito del versamento. L’utente, al quale la ditta fornirà username e password personali, potrà accedere al portale di cui sopra e verificare la propria posizione, ossia il saldo dei pasti ed i giorni di effettiva fruizione del servizio. Inoltre, comunicherà con sms quando il credito a disposizione è pari a tre pasti, quando questo si è esaurito e quando comincerà la sospensione del servizio per il proprio bambino che scatterà dopo il consumo di ulteriori tre pasti.

Il dirigente Carparelli ha anche comunicato, in merito ad eventuali posizioni creditorie degli utenti, che il rimborso sarà accreditato per quei bambini ancora frequentanti la scuola a tempo pieno nell’anno 2015-2016, mentre per gli altri si provvederà d’ufficio alla liquidazione della somma dovuta. Inoltre, in merito alla Commissione mensa, il dott. Carparelli ha fatto presente che l’attuale Regolamento prevede lo scioglimento dell’organismo contestualmente allo scioglimento del Consiglio comunale e che, quindi, ha già concordato con il commissario prefettizio una modifica al Regolamento che consenta il funzionamento della Commissione anche durante la gestione commissariale, in considerazione dell’importanza che l’organismo riveste nel monitoraggio della qualità del servizio mensa e nel fornire eventuali suggerimenti finalizzati al miglioramento dello stesso.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.