Finalmente dopo vari intoppi burocratici e non, oggi 24 marzo 2015, si è dato avvio ai lavori di riqualificazione della villetta di via San Francesco che con ogni probabilità avranno termine entro la prima metà di maggio. Si tratta di un progetto ideato, elaborato, finanziato e proposto all’Amministrazione Comunale dall’associazione A.Ge. Fasano, l’associazione dei genitori per i genitori. L’A.Ge. – dichiara il Presidente Pietro Trisciuzzi – negli ultimi anni ha messo da parte il ricavato del contributo del 5×1000 attribuito alla nostra associazione dai contribuenti che hanno avuto fiducia nelle nostre proposte; ha, inoltre, organizzato, con il patrocinio del comune di Fasano e con la propria compagnia teatrale “Meglio Tardi che mai”, una serie di eventi teatrali: queste iniziative hanno permesso di racimolare un fondo che abbiamo voluto destinare alla riqualificazione urbana di questa area verde degradata in pieno centro città. Naturalmente l’opera richiedeva una cifra ben maggiore di quella messa a disposizione dalla nostra associazione, allora, abbiamo pensato di promuovere una partnership di progetto proponendo alla Azienda agricola Zizzi Giovanni di Pezze di Greco di adottare l’area verde a fronte di una targa pubblicitaria, all’Amministrazione comunale un contributo per le opere straordinarie di preparazione e predisposizione dell’area verde e al nostro sponsor, azienda Ginger di Ostuni Doriana di Fasano, di provvedere alle opere di ristrutturazione dei muri perimetrali, del sistema illuminante, delle panche e ad erogare un contributo di sponsorizzazione, a fronte della possibilità di installare nell’area un chiosco di distribuzione automatico di bevande al servizio dell’area stessa.
La villetta di via San Francesco, oltre ad avere una nuova immagine verde, molto colorata durante tutto l’anno, un prato verde dove adesso ci sono le aiuole, nuova vegetazione che andrà a sostituire quella esistente oramai malata e non più recuperabile, un sistema di irrigazione automatico, un più efficiente sistema di illuminazione, muri perimetrali risanati, panche ecc., offrirà un’area ludica attrezzata per tutti i bambini e le famiglie.
Si tratta di un luogo- continua Pietro Trisciuzzi- in pieno centro città, a solo cinquanta metri da piazza Ciaia, che attualmente si presenta come un’area degradata e prevalentemente frequentata da comunità devianti, noi vorremmo fosse nuovamente frequentata dall’intera cittadinanza, in particolare da bambini, famiglie ed anziani, per ritornare ad essere il luogo dei bei ricordi dell’infanzia anche per i nostri figli. Oggi durante il lavoro di ripulitura dell’area verde – continua Trisciuzzi – abbiamo potuto constatare il degrado di quest’area, sotto i cespugli e nelle aiuole abbiamo trovato di tutto, boccette di metadone, siringe, materiale organico umano e vi risparmio tutto il resto, siamo stati costretti a far intervenire la Tradeco per portare via queste schifezze.
Rimane fuori dalle azioni di progetto la riattivazione della vasca dei pesci a meno che l’Amministrazione comunale non riesca a risolvere i problemi strutturali che sembrano esserci al di sotto della vasca. Comunque – asserisce il Presidente dell’A.Ge. – faccio un appello alle aziende e/o artigiani esperti del settore nel mettersi a disposizione per verificare le condizioni strutturali della vasca e di provvedere volontariamente al suo ripristino, sarebbe un ulteriore arricchimento di un’azione concreta di cittadinanza attiva quale è l’intero progetto di riqualificazione della Villetta di Via San Francesco.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.