L’assessore Laura De Mola, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, ha raggiunto il capoluogo lombardo nella tarda serata di ieri per poter essere presente oggi nel quartiere fieristico espositivo di Rho Fiera Milano dove è allestito lo stand del Comune di Fasano, nell’ambito della Borsa internazionale del turismo (Bit) 2015. «Non posso che esprimere grande soddisfazione per il tipo di stand realizzato, del tutto originale, e per l’affluenza dei visitatori al nostro spazio espositivo – afferma l’assessore De Mola -; con i tour operator internazionali, peraltro, stiamo registrando un fortissimo interesse verso il nostro territorio, soprattutto da parte degli addetti ai lavori spagnoli ed inglesi, il che ci fa ben sperare sulla prossima stagione turistica piena, e penso ai mesi estivi. Stiamo ancora una volta seminando bene – sottolinea l’assessore De Mola – nella certezza di aprire la ricettività al flusso turistico internazionale non soltanto nei canonici mesi estivi, ma anche in quelli autunnali ed invernali, nell’ottica di una destagionalizzazione turistica più sicura». Nello stand si è intrattenuto anche Gianfranco Ciola, direttore del Parco regionale “Dune costiere – da Torre Canne a Torre San Leonardo”. Lo stand di Fasano si è fatto notare per la sua particolarità nell’allestimento: una sorta di rappresentazione di una tipica festa patronale con le luminarie e le leccornìe locali (olive verdi, nocciole e lupini). All’interno è esposto tutto il materiale promozionale del territorio fasanese, dalle specialità enogastronomiche alle bellezze naturali, culturali ed architettoniche (come le masserie fortificate trasformate in strutture ricettive). Non mancano le produzioni tipiche, come la pasta prodotta con la farina Senatore Cappelli del pastificio “Cardone” e gli olii extravergini d’oliva dell’”Agricola Montalbanese”, della “Masseria Giummetta” e dell’oleificio “Giovanni Petruzzi”. L’idea progettuale dello stand è di Margherita Latorre, responsabile dell’Ufficio Turismo del Comune di Fasano, mentre l’esecuzione è della ditta “Centomani” (per le luminarie) con l’ausilio tecnico di Antonio Angelini e la preziosa assistenza allo stand di Antonella Camarda. La Bit rimarrà aperta fino sabato 14 febbraio.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.