L’incontro si svolgerà sabato 21 aprile 2012 alle ore 19.00 presso il laboratorio Urbano di Fasano Il 12 dicembre 1954 don Lorenzo Milani si trasferiva a Barbiana, nel Mugello. Più che un trasferimento, un esilio. Il prete di Barbiana raccolse i figli dei contadini e dei montanari, di solito respinti dalla scuola pubblica, e insegnಠloro a “diventare buoni figlioli, responsabili delle loro azioni, cittadini sovrani”. La scuola di Barbiana ha rappresentato un’autentica rivoluzione pedagogica. Edoardo Martinelli ed Eugenio Scardaccione ci aiuteranno a ricordare don Lorenzo Milani e a confrontarci sull’attualità dell’esperienza della scuola di Barbiana. Edoardo Martinelli Allievo di don Lorenzo Milani dal 1964 al 1967. àˆ uno degli autori di Lettera a una professoressa.Educatore multimediale, opera nelle scuole di Prato come esperto del Comune.àˆ responsabile del Nuovo Centro Formazione e Ricerca “don Lorenzo Milani” e Scuola di Barbiana. Tra le sue pubblicazioni: Don Lorenzo Milani. Dal motivo occasionale al motivo profondo, Studio editoriale fiorentino, 2007. Eugenio Scardaccione (per tutti, amichevolmente, Gegè) Risiede a Bari, dove fa il preside o, come si dice oggi, il dirigente scolastico. E’ tra i fondatori del Gruppo Educhiamoci alla Pace Collabora con la rivista CEM Mondialità L’ultima sua pubblicazione è “Tu semini. Io raccolgo (Genitori in gamba non si nasce, si diventa) Progedit, Bari, 2012

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.