E’ stato ammesso a finanziamento il progetto di realizzazione di uno Sportello per l’integrazione socio-sanitaria-culturale degli immigrati e di un alloggio sociale per adulti in difficoltà che si chiamerà “Stella Polare”. Il progetto “verrà realizzato nell’immobile di proprietà comunale sito in via Mignozzi ” chiarisce il sindaco Lello Di Bari ” in quella palazzina dell’ex Omni che provvederemo a ristrutturare, prima di poter avviare le due iniziative. Sono particolarmente soddisfatto giacchè proprio il progetto presentato da noi ha ricevuto l’ok sia dal Coordinamento istituzionale dell’Ambito territoriale di zona dell’Asl, del quale facciamo parte assieme ai Comuni di Ostuni e Cisternino, sia dalla Regione Puglia. V’è da dire ” precisa il sindaco Di Bari ” che le proposte dell’Ambito presentate erano tre, una per ogni Comune, e, dato che il finanziamento da concedere non doveva superare i 700mila euro, la Regione ha comunicato al Coordinamento che occorreva dare la priorità ad uno soltanto dei progetti, suggerendo proprio quello nostro ” sottolinea Di Bari ” poichè era il più rispondente agli obiettivi inerenti il tipo di settore di finanziamento del Fondo europeo di sviluppo 2007-2013. Dunque, una soddisfazione in più per la nostra Amministrazione comunale che, con questa nuova progettualità ” afferma il sindaco Di Bari ” coniuga, di fatto, due interventi, il primo di ristrutturazione dell’immobile che è attualmente in stato di abbandono, ed il secondo di tipo sociale. A questo proposito voglio sottolineare che proprio al settore del sociale la mia Amministrazione comunale ha rivolto grande attenzione in tutto il mandato di governo”. Il progetto prevede il finanziamento europeo, “girato” dalla Regione Puglia, di 700mila euro ed un cofinanziamento, da parte del Comune di Fasano, di 260mila euro. “Attendiamo il sì definitivo dalla Regione, che arriverà in questi giorni in modo formale ” aggiunge Martino Rubino, assessore ai Servizi sociali ” dopodichè sarà indetta una gara d’appalto per aggiudicare i lavori di ristrutturazione dell’immobile di via Mignozzi. Il progetto è importante ” sottolinea l’assessore Rubino – poichè sia lo Sportello per l’aiuto informativo agli immigrati, sia l’alloggio sociale che ospiterà quegli adulti momentaneamente in difficoltà che si ritrovano senza una casa propria e che, quindi, rischiano di rimanere per strada, costituiscono due interventi d’aiuto a due fasce sociali in forte disagio: gli immigrati, da un lato ” argomenta Rubino – e coloro che rimangono soli, senza un lavoro e senza casa, dall’altro”. Il progetto di ristrutturazione dell’immobile “prevede lavori in una parte del piano rialzato dell’edificio ” spiega Donato Ammirabile, consigliere comunale delegato dal sindaco ai Lavori pubblici – al fine di ospitare lo Sportello per l’integrazione socio-sanitaria-culturale degli immigrati e sarà della superficie di circa 70 mq.; mentre ” aggiunge il consigliere Ammirabile ” al primo piano tutti gli ambienti dell’edificio principale saranno interessati dalla ristrutturazione, al fine di ospitare l’alloggio per adulti in difficoltà , e sarà della superficie di circa 400 mq.”.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.