Il ministero dell’Interno, con apposito decreto, ha ammesso a finanziamento il progetto sul sistema di videosorveglianza presentato dal Comune di Fasano nello scorso dicembre. Alla città brindisina giungeranno 315mila euro. Il Dicastero lo ha comunicato al sindaco Lello Di Bari con una lettera alla quale è stato allegato il decreto del 1° febbraio scorso “dal quale si evince che il nostro Comune è l’unico della provincia di Brindisi ad essere stato ammesso al particolare finanziamento ” afferma il sindaco Di Bari -. Sono, quindi, orgoglioso e soddisfatto che, ancora una volta, le nostre progettualità ottengono pareri favorevoli da quelle Istituzioni alle quali lo presentiamo per accedere a fondi destinati al settore. Vi è da dire ” aggiunge Di Bari ” che un primo importante esame lo avevamo superato ai primi di dicembre, quando la Prefettura di Bari (deputata al vaglio iniziale dei progetti) aveva accolto la progettazione, dando al Comune il placet per inviarla al ministero dell’Interno. Voglio ringraziare, a questo proposito, il nostro comandante della Polizia municipale, Antonio Orefice, ed il consigliere comunale che ho delegato ai Lavori pubblici, Donato Ammirabile, che ebbe da subito l’intuizione giusta“. Il progetto sul sistema di videosorveglianza era stato presentato nell’ambito dei finanziamenti previsti nel Programma operativo nazionale “Sicurezza per lo sviluppo” e prevede l’installazione di 52 videocamere sparse su tutto il territorio comunale, che verranno monitorate dalla Polizia municipale attrezzata a seguire, con accesso remoto, le immagini registrate. “Abbiamo individuato i punti considerati strategici del territorio comunale locale, in modo da installare una rete di video-sorveglianza completa ” sottolinea il sindaco Di Bari -; e, per questo, abbiamo voluto monitorare con attenzione gli obiettivi (sedi e spazi pubblici) maggiormente sensibili dal punto di vista degli episodi di vandalismo e micro-criminalità . In questa direzione ” precisa il sindaco ” abbiamo ritenuto opportuno accogliere segnalazioni di residenti, associazioni e cittadini in genere che, nei mesi e negli anni scorsi, hanno posto con preoccupazione il discorso sugli episodi di microcriminalità e di bivacco fastidioso registrati nel nostro centro storico. Un sistema di video-sorveglianza, come quello che abbiamo pensato e progettato ” argomenta Di Bari ” costituisce un serio argine ad episodi di questa natura. Nelle prossime settimane, indiremo la gara d’appalto per l’affidamento del servizio”. I punti nei quali verranno installate le videocamere sono i seguenti: FASANO CENTRO: via dell’Artigianato, via Pietro Nenni, via Meucci, via Gramsci, via Piave, via Venafra, via Montenegro, via Bari Evoli, via Galizia, via Collodi, via Mignozzi, largo Pitagora, via Giovanni XXIII, piazza Ciaia, piazza Mercato Vecchio, Portico Teresiane, largo Seggio (antistante Biblioteca), piazza antistante Chiesa Matrice, via del Balì e corsi Garibaldi e Vittorio Emanuele; MONTALBANO: via Allegretti, via Teano, piazza Libertà ; PEZZE DI GRECO: via Beccaria, via Bertani, via Eroi dello Spazio, piazza XX Settembre; SAVELLETRI: via degli Scavi, piazza Amati/via Fiume (lungomare); POZZO FACETO: piazza del Santuario; SELVA: viale Toledo/piazzale Giannaccari (ingresso Casina), viale Toledo/ingresso Chiesa; TORRE CANNE: via Eroi del Mare (slargo porto), via Eroi del Mare (lungomare), piazza/via Lipari; SPEZIALE: via Lecce.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.