Un’altra rapina è stata consumata a danno di residenti in zone rurali nel territorio di Fasano. L’ultimo episodio si è verificato a Laureto di Fasano a danno di una coppia di anziani, da un commando composto da 5 persone. I banditi si sono presentati in una villa di viale Vermicelli, di proprietà di un imprenditore fasanese. I rapinatori, entrati di forza in casa con il volto coperto da passamontagna e armati, hanno tenuto anche in ostaggio due anziani e la loro badante. All’ora di cena, intorno alle 21, i cinque malviventi – armati di fucile – si sono introdotti in casa, approfittando anche del fatto che la badante della coppia di anziani (una donna fasanese) stava entrando in casa proprio in quel momento. L’hanno seguita e sono entrati in casa. I cinque rapinatori, incuranti del fatto che nella villa ci fossero solo anziani (di cui uno invalido e costretto a letto), hanno tenuto in ostaggio i tre sotto la minaccia delle armi. Per i due anziani e la badante sono iniziati momenti di terrore. Uno dei cinque, armato di fucile, ha tenuto sotto controllo i due coniugi e la loro donna di servizio, chiudendoli in una stanza, mentre gli altri quattro hanno iniziato a rovistare in tutta la casa alla ricerca di valori e di denaro contante. Probabilmente i malviventi sapevano che in quella casa ci potesse essere anche una cassaforte, essendo di proprietà di un facoltoso imprenditore economico della zona. E così è stato. I rapinatori hanno individuato, dopo alcuni minuti, addirittura due casseforti. Non conoscendo ovviamente il codice di apertura, hanno costretto i due anziani a fornire la combinazione, anche percuotendoli. Ma marito e moglie non ne erano a conoscenza. I malviventi si sono a questo punto muniti di fiamma ossidrica, riuscendo ad aprire le due casseforti. Ma all’interno nulla di valore. A questo punto, i malviventi si sono dovuti accontentare di duecento euro in contanti circa, che erano custoditi nel portafogli di uno dei due anziani. A quanto pare i ladri sono riusciti a portare anche alcuni oggetti in oro, ma di pochissimo valore. Una volta fuggiti via, i proprietari della villa hanno immediatamente chiamato i carabinieri. Sono partite così le indagini. Attualmente l’accusa verso ignoti è di sequestro di persona e rapina.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.