Domenica 26 giugno 2011 presso l’Hotel Sierra Silvana di Fasano avrà luogo la Convention nazionale dell’Associazione Presìdi del libro. Per la prima volta parteciperanno all’incontro i Presìdi attivi sul territorio nazionale: i rappresentanti delle Associazioni Regionali di Piemonte e Sardegna, e i vari gruppi di lettura e associazioni a cui in questi anni l’Associazione nazionale, con sede a Bari, ha concesso l’uso del logo di Presidio del libro. Ogni Presìdio ha un suo particolare “˜progetto tematico’, da sviluppare nel corso dell’anno, che connota la sua missione sia in termini di contenuto, sia come processo sociale e inclusivo a cui mirare; dal presidio di Trento, che affronta il tema della migrazione, ai due presìdi di Napoli (Quartieri Spagnoli e Scampia) che hanno fatto del libro uno strumento di crescita sociale in realtà in cui vigono soprattutto emarginazione e degrado; dal presidio di Catanzaro, che si occupa di educazione alla lettura fin dalla culla (e anche prima, basti ricordare il progetto “Letture nel pancione”), al presidio di Minturno (LT) che mira a recuperare il valore delle “radici”, cioè del senso di appartenenza e di identità culturale; dal presidio di Savona, che per inaugurare la sua attività ha scelto il tema del lavoro, al presidio di Marina di Gioiosa Jonica che mira a coinvolgere l’intero comprensorio della Locride. E ancora i presìdi di Grado e Sagrado, Riva del Garda, Pomigliano d’Arco, Cassino, Avellino oltre ai tanti presìdi presenti in Puglia. Al centro della Convention, i cui lavori saranno aperti dalla Presidente Loredana Ratti, l’analisi delle attività dell’Associazione del 2010 e la programmazione delle future attività , con un’attenzione particolare rivolta alle manifestazioni di carattere nazionale quali la prossima Festa dei lettori del 24 settembre, la partecipazione al Forum del libro e della lettura, a fiere internazionali del libro e al dibattito su grandi temi e alle iniziative collettive avviate dall’Associazione. Ospite della Convention sarà Gino Roncaglia, che interverrà sul tema “Quale evoluzione per la Comunità dei lettori nella quarta rivoluzione?”. Gino Roncaglia, docente di Informatica applicata alle discipline umanistiche e di Applicazioni della multimedialità alla trasmissione delle conoscenze presso l’Università degli Studi della Tuscia, è infatti autore del libro La quarta rivoluzione: dopo il passaggio dalla oralità alla scrittura, dal rotolo al libro paginato, dal manoscritto al libro a stampa, il passaggio dalla carta all’e-book e ai libri in rete (la quarta rivoluzione, appunto). Interverrà Giovanni Solimine, coordinatore dell’Associazione Forum del libro nonchè docente di Biblioteconomia e di Management delle biblioteche presso la Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari dell’Università degli studi di Roma La Sapienza e autore di diversi testi sui temi del libro e della lettura, per presentare una proposta di legge per il libro e la lettura, di iniziativa popolare.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.