Mensa Scolastica: il Comune di Fasano adotta semplificazioni

L’Amministrazione comunale fasanese ha introdotto, con apposita delibera di giunta, il buone-mensa scolastico giornaliero. Le famiglie dovranno effettuare un versamento con bollettino di conto corrente postale per l’acquisto di un blocchetto da venti buoni-pasto: sarà il bambino frequentante la scuola per l’infanzia a consegnare alla propria insegnante il singolo buono ogniqualvolta consuma il pasto, così da certificare la sua avvenuta partecipazione, in quel dato giorno, alla mensa. “Abbiamo deciso di cambiare le modalità per poter usufruire del servizio di refezione scolastica ” afferma Nicola Mola, assessore alla Pubblica istruzione ” proprio allo scopo di andare incontro alle esigenze delle famiglie e per semplificare il loro rapporto con l’Ufficio pubblica istruzione. Adesso basterà recarsi in un ufficio postale e versare quanto dovuto per l’acquisto di un blocchetto (o di più blocchetti, a seconda della libera scelta del genitore) che contiene venti buoni-pasto progressivamente numerati e gestiti direttamente dalle famiglie, in rapporto ai pasti che i propri figli effettivamente consumano nell’arco dell’intero anno scolastico“. Altra novità “non di secondo piano ” afferma l’assessore Mola ” è la predisposizione di blocchetti differenziati nella colorazione, così per il primo figlio il blocchetto sarà giallo, per il secondo sarà celeste, per l’eventuale terzo sarà rosa. Sia ben chiaro, comunque, che i costi rimarranno gli stessi: un blocchetto per il primo figlio continuerà a costare 34 euro, per il secondo 27 e per il terzo 24“. I blocchetti-mensa possono essere ritirati in orario di ufficio, previa esibizione della ricevuta postale di versamento, nelle Delegazioni circoscrizionali di Pezze di Greco e di Montalbano, mentre a Fasano centro nell’Urp (Ufficio relazioni col pubblico) e nell’Ufficio pubblica istruzione. Peraltro, un’altra novità è stata introdotta, quella sulla possibilità di “acquistare anche più blocchetti ” spiega l’assessore Mola -, conservarli ed utilizzarli anche per l’anno scolastico 2009-2010“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.