E’ ora di fare la differenza“ è il titolo della campagna di sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei rifuti messa in cantiere dal Comune di Fasano, in collaborazione con la Monteco, la società che gestisce il servizio di igiene urbana. Le vigenti leggi impongono che entro la fine del 2012 ogni Comune italiano raggiunga almeno il 65% di8 raccolta differenziata dei rifiuti, segnando tappe intermedie. Per il 31 dicembre del 2006 la percentuale di rifiuti differenziati doveva essere del 35%, ma per il Comune di Fasano questi valori si sono fermati a 5,41%. Da qui l’esigenza di incrementare la raccolta differenziata e il progetto messo in cantiere da Monteco e Comune. Già dall’inizio di novembre nel nuovo quartire 167 si è passati alla raccolta differenziata “spinta”, ossia è obbligatoria la raccolta differenziata di dell’umido organico, oltre quella dei rifiuti riciclabili (carta, vetro, metallo, plastica). Così in questo quartiere, a livello sperimentale, sono stati posizionati davanti ogni complesso abitativo una serie di raccoglitori di rifiuti differenziati. Contestualmente è partita la campagna di informazione e comunicazione con depliantes, manifesti e volantini sulla necessità della raccolta differenziata. Successivamente si passerà al sanzionamento dei comportamenti scorretti. Il progetto messo a punto dall’assessore all’ambiente ed ecologia, Sergio Pagliara e dal sindaco Lello Di Bari, prevede anche un nuovo regolamento comunale per la disciplina del conferimento dei rifiuti e, sino a maggio del prossimo anno una capillare campagna di informazione e sensibilizzazione che coinvolgerà anche le scuole, con incontri e manifestazioni.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.