+39 080 442 5167

Presentato a Fasano il festival “Tempeste. Immagini, suoni, racconti dal Mediterraneo”

03 Dic 2018 Attualità Redazione GM

“Tempeste. Immagini, suoni, racconti dal Mediterraneo”, via di pace e di riscatto per gli ultimi della Terra, e non sentiero di fuga stretto fra la guerra e il razzismo: è l’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale di Fasano, che è stato presentato a Palazzo di Città.

Si tratta di dodici appuntamenti per parlare di pace, guardare alla pace, sentire la pace parte concreta della nostra vita quotidiana e non soltanto argomento di dotta ma talvolta sterile conversazione.

Le iniziative per il Natale, grazie al programma molto articolato di “Tempeste”, saranno quindi impreziosite dalla riflessione sul tema più attuale del dibattito pubblico, attraverso mostre, spettacoli, incontri e presentazioni di libri. Nostri partner del progetto, che ha vinto un bando della Regione per poter essere realizzato, sono il Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani, organizzatore della celebre “Marcia della Pace” Perugia-Assisi, l’Unicef di Brindisi, la cooperativa Radici Future Produzioni di Bari, le sezioni fasanesi del Centro Italiano Femminile e della Croce Rossa Italiana e l’associazione “Le Nove Muse”.

Dichiara il sindaco Francesco Zaccaria: “Ringrazio calorosamente il consigliere comunale Donato Marino e i volontari dell’associazione “È ora”, per aver curato il progetto: sono convinto sia un appuntamento che caratterizza la nostra Amministrazione, sensibile senza riserve al tema dell’educazione alla pace e vicina a tutte le realtà sociali che la praticano e la promuovono“.

Il Festival che si snoderà tra il 6 dicembre e il 5 gennaio comprende 3 mostre, 2 spettacoli teatrali, 3 presentazioni di libri, 3 spettacoli musicali, 1 concorso rivolto alle scuole, 1 Raid Cross organizzato dalla Croce Rossa Italiana.

Gli eventi saranno tutti completamente gratuiti.

info: Tempeste – Immagini, suoni, racconti dal Mediterraneo

Commenti

There are no comments yet×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *