Anche a Fasano quella del 4 novembre è stata una giornata di intense clebrazioni per ricordare i caduti in guerra e per celebrare le Forze Armate.

Ben quattro le cerimonie che si sono svolte sul territorio comunale: a Fasano, Pozzo Faceto, Pezze di Greco e Montalbano. Quella di Fasano ha visto il raduno dei partecipatni in piazza Ciaia con i rappresentanti di tutte le forze armate presenti sul territorio, della Croce Rossa Italiana e delle associazioni combattentistiche e d’arma.

Dopo la deposizione di una corona di allora dinanzi alla lapide di piazza Ciaia il corteo si è trasferito in Chiesa Matrice per la celebrazione di una S. Messa, per poi proseguire presso il Parco delle Rimebranze dove corone di alloro sono state deposte ai piedi dei monumenti ai caduti del mare e dei caduti del primo conflitto mondiale.

E’ stato letto il messaggio del presidente della Repubblica per la giornata del 4 novembre, festa delle Forze Armate e 100° anniversario della fine della prima guerra mondiale.

Il sindaco, Francesco Zaccaria,  ha tenuto un discorso commemorativo per ricordare il valore di quanti persero la vita per garantire l’Unità Nazionale e per celebrare le Forze Armate Italiane, spesso impegnate in missioni umanitarie e di pace.

Sono stati letti, per mantenerne vivo il ricordo, i nomi di un gruppo di militari fasanesi periti durante il primo conflitto mondiale e dopo un momento di raccoglimento e di silenzio, al suono di marce militari eseguite della banda dell’Associaizone Musiclae S. Cecilia, il cotero ha fatto ritorno in piazza Ciaia per sciogliersi.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.