+39 080 442 5167

Torna la festa dell’Uva a Selva di Fasano

14 Set 2018 Attualità Redazione GM

Domenica 16 settembre sfilata di carri, dimostrazione delle pigiatura, degustazioni e balli popolari

La tradizione fasanese vuole che la vendemmia, momento di gioia e di allegria, chiuda il periodo della villeggiatura. La 7^ festa dell’uva  in programma domenica prossima, 16 settembre a Selva di Fasano, sarà la manifestazione conclusiva del calendario estivo di iniziative dell’Associazione Pro Selva, che, per l’occasione, si avvale del patrocino della Città di Fasano, della collaborazione di aziende agricole silvane e delle attività commerciali che operano alla Selva.

Il periodo a cavallo tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno anche nella nostra zona è sempre stato caratterizzato dalla vendemmia, rito e festa dei contadini della zona collinare che provvedevano alla provvista familiare di vino. Ancora oggi alla Selva e nel Canale di Pirro vi sono appezzamenti coltivati a vite e funzionano antichi palmenti presso casine rurali ora divenute dimore di villeggiatura o di residenza; inoltre non è raro imbattersi in queste zone in tinozze, torchi perfettamente funzionanti e in tutti quegli strumenti necessari per la trasformazione delle uve in mosti e in vini.

L’iniziativa della Pro Selva vuole essere un’occasione di incontro tra tradizione, folclore e gusto; così domenica prossima, 16 settembre, il centro della Selva si immergerà nel clima festaiolo della vendemmia.

Il programma prevede alle ore 17,00 l’apertura della festa con la sfilata lungo viale Toledo dei carri e carretti addobbati con tralci di vite e attrezzi utilizzati per la vendemmia. La sfilata sarà aperta dal gruppo dei Timpanisti Fajanensis. La carovana, dopo aver attraversato tutto viale Toledo, con delle soste presso alcuni pubblici esercizi per delle degustazioni a tema, sosterà presso la Casina Municipale dove si svolgerà la dimostrazione della pigiatura delle uve e si potrà  degustare il mosto, ballare al ritmo di balli popolari con le coreografie curate da Carmela Trisciuzzi.

Presenza di spirto” sarà invece la lettura di poesie e brani sul tema della vendemmia curata da Valerio Bianco.

Nel corso della serata si potranno assaporare i prodotti di gastronomia locale preparati dal ristorante “La Silvana”, la focaccia all’uva proposta dal Forno Lisi, le confezioni di conserve dall’Azienda Agricola Lisi, si potranno gustare i panzerotti del bar della casina, mentre alcune ragazze sfileranno con acconciature a tema curate della parrucchiera silvana Bentivoglio. Su una patere saranno proiettate immagini realizzate proprio alla Selva della vendemmia e della pigiatura delle uve. Non mancherà l’atteso appuntamento con la “lotteria della festa” che mette in palio prodotti offerti dalle aziende agricole locali e che ha come primo premio un maialino del peso di 20 Kg. Non mancheranno soprese e momenti di festa legati all’uva e alla vendemmia.

La partecipazione è aperta a tutti. Per informazioni ulteriori: 3335930849

Commenti

There are no comments yet×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *