Il 2 giugno 1678 venne scritta una delle pagine più note e gloriose della storia di Fasano: l’invasione dei turchi e la trionfante battaglia che consentì di ricacciare i predoni venuti dal mare grazie al prodigioso intervento della S. Vergine, la Madonna del Pozzo.

A quell’episodio sono legate la festa patronale e il corteo storico La Scamiciata rievocativo della vittoria sui turchi.

Sabato 2 giugno 2018 si apriranno le celebrazioni di questi due eventi con la riproposizione dell’antico rito dell’esposizione del vessillo della Protettrice sulla civica torre dell’orologio.

Alle ore 19,30 in piazza Ciaia si svolgerà la cerimonia, così come descritta dallo storico locale sac. Giuseppe Sampietro, curata dal “Comitato Giugno Fasanese” che organizza le manifestazioni rievocative,  patrocinate e sostenute dal Comune di Fasano.

Il drappo bianco con l’immagine della Vergine sarà  issato sul pennone del campanile del Palazzo dell’Orologio e prenderà temporaneamente il posto dell’attuale bandiera con lo storico stemma di Fasano. Il vessillo rimarrà esposto fino all’ultima giornata ultima dei festeggiamenti dei Santi patroni.

Una rappresentanza del corteo storico de La Scamiciata, composto da sbandieratori, alabardieri, dame, nobili e Cavalieri di Malta, scorterà, accompagnato dalle autorità locali, lo stendardo che sarà issato al rullo dei tamburi.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.