Il neo commissario straordinario della Festa Patronale 2018, nonché consigliere regionale Fabiano Amati è intervenuto tramite collegamento telefonico alla trasmissione ‘Eccetera Eccetera’ di Michele Cavallo e Angelica Sicilia.

«Vista la situazione, ce la metteremo tutta per far capire ai fasanesi che la festa patronale è importante e che bisogna contribuire economicamente alla sua realizzazione. – ha affermato Amati, che ha continuato – dobbiamo però anche capire che la festa patronale ha bisogno di lavoratori e non di commentatori. Dobbiamo sensibilizzare tutti i cittadini. Mi dicono che comunque la raccolta è un’attività molto difficile e che spesso i volontari vengo anche cacciati in malo modo, però naturalmente speriamo che i cittadini decidano di contribuire».

Sul piano organizzativo, Amati ha sottolineato quanto sarà importante l’esperienza accumulata dai presidenti delle precedenti feste: «Faremo una prima riunione dove, ascoltando le organizzazioni passate della festa, giungeremo insieme al comitato ad un programma sobrio e senza sprechi. Il canovaccio sarà sempre lo stesso, abbiamo deciso di ospitare ancora per quest’anno la scamiciata, vedremo strada facendo cosa potremo realizzare. la copertura della festa dovrà essere assicurata dal denaro che raccoglieremo».

In conclusione Amati ha ricordato che il suo ruolo da commissario straordinario, gli è stato assegnato per dare un segnale forte alla cittadinanza: «Non mancheranno momenti di riflessione sulla ludopatia, il fenomeno che nella nostra città è troppo diffuso e che rovina la vita e intere famiglie».

Ora non rimarrà che aspettare per scoprire d chi sarà composto il gruppo di aiutanti del commissario straordinario, incaricati non solo di organizzare la festa, ma di organizzarla contenendo i costi alle raccolte dei cittadini. Si ricordi infine, che anche l’amministrazione comunale ha stanziato un finanziamento di €15.000 per la realizzazione della stessa.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.