Dopo aver concesso due giorni di pausa, è ripresa ieri la preparazione della Junior Fasano in vista del rush finale della poule play off. Assenti i soli Arcieri e Angiolini (oltre a Fovio), impegnati con la Nazionale per le Qualificazioni Europee Under 20.

L’attenzione è quindi rivolta ai prossimi impegni, ma è doverosa qualche precisazione in riferimento al post partita di Junior Fasano-Albatro dello scorso week end, caratterizzato da un comunicato stampa della società siciliana che ha lasciato di stucco tutto l’ambiente.
Pensavamo si trattasse semplicemente di qualche dichiarazione “a caldo” frutto della sconfitta (come già accaduto in altre occasioni) e per questo abbiamo atteso qualche ora credendo che la società del presidente Laudani potesse avere il tempo e la calma necessaria per analizzare con freddezza e razionalità quanto accaduto (o meglio, non accaduto).
Ora, lungi dal fare la cronaca della gara, e disponibili comunque ad un’analisi seria (anche a scopo didattico), ci chiediamo quale partita abbiano visto e vissuto gli amici di Siracusa quando parlano di “invasione” di campo (?). Quando si parla de “..i continui inviti dei giocatori a tornare in tribuna” (riferito ai tifosi fasanesi), inoltre si dice una grande inesattezza, per il semplice motivo che quella “dozzina di tifosi” non era mai stata in tribuna (perché non c’era posto!) e, spinti dalla calca di altri tifosi che continuavano ad arrivare e che volevano entrare nell’impianto, sono arrivati qualche volta a ridosso della linea laterale (abbiamo purtroppo un piccolo impianto che non può accogliere la domanda esistente). In ogni caso i collaboratori ed i dirigenti della Junior, alla presenza anche di due unità delle forze dell’ordine (che nella circostanza non hanno mai ritenuto di dover intervenire), sono immediatamente intervenuti per cercare di fare spazio.
Per il resto crediamo che gli atleti, i tecnici e tutta la società della Junior Fasano si siano mostrati accoglienti e attenti a tutte le esigenze (anche non prettamente sportive) degli ospiti, mettendo a disposizione tutto il possibile, compreso acqua microbiologicamente pura… Persino i famigerati tifosi, a fine gara, hanno voluto festeggiare tutti gli atleti (compresi gli ospiti), omaggiandoli con uova di cioccolato.
Nessuno, durante la gara, è entrato in campo, tantomeno alcun componente della panchina per scazzottarsi con qualche atleta avversario, come magari accade in qualche altro confortevole palazzetto.
Quanto a tutto il resto, non entriamo nelle valutazione di valore tecnico (per questo aspetto è utile consultare le classifiche), né naturalmente in valutazione delle dichiarazioni sulla direzione degli arbitri (per questo ci pare esistano gli organi preposti a valutare la gravità di certe dichiarazioni), i quali comunque venivano continuamente sollecitati dalla panchina aretusea, non si sa a quale titolo e per quale ragione, a prendere decisioni in merito allo svolgimento della gara.
Ci rammarica il fatto di aver dovuto fare alcune precisazioni, ma tanto si doveva per tentare di contribuire alla verità dei fatti ed affinché la pallamano possa vincere sempre, indipendentemente dal risultato delle partite del Siracusa.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.