Presentata la 45^ edizione della Mostra dell’Artigianato Fasanese che si terrà dall’8 al 23 agosto. 38 espositori per 33 stand. Banchetti permanenti di degustazione di prodotti tipici.

È stata presentata oggi nella Sala di rappresentanza di Palazzo di Città, in conferenza stampa, la 45^ edizione della “Mostra dell’Artigianato Fasanese” organizzata dal Comune di Fasano e da “Nuova Artigianfaso” (associazione che riunisce un numero significativo di artigiani locali) con la direzione artistica dello studio “VG Architetti”, che si terrà nel Palazzo dei congressi sulle colline di Selva di Fasano dall’8 al 23 agosto prossimi, visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 18 alle 24 e sabato e domenica dalle ore 10.30 alle 13 e dalle 18 alle 24. In esposizione manufatti in vetro, legno, marmo, pietra, creazioni sartoriali, filet, lavori fotografici e opere pittoriche. L’inaugurazione della Mostra avverrà sabato 8 agosto alle ore 19.

Coordinata dal giornalista Martino Grassi, alla conferenza stampa sono intervenuti il sindaco Lello Di Bari che ha sottolineato «la qualità del lavoro svolto anche quest’anno da Renzo De Leonardis, pur non avendo alcun ruolo assessorile ma costretto a dover pagare lo scotto di altri ed anzi – ha continuato il primo cittadino – spero che De Leonardis possa rientrare in giunta al più presto. Colgo comunque questa occasione per scusarmi con la popolazione fasanese che subirà la demagogia di alcuni consiglieri comunali decisi ad aver votato contro l’aumento di alcune tariffe: questo comporterà tagli al Bilancio enormi, purtroppo anche sui Servizi sociali, oltre che a decretare l’annullamento di eventi e manifestazioni. Con la mannaia – ha affermato Di Bari – insieme col vicesindaco e la struttura comunale ad hoc effettueremo questi dolorosi tagli, considerato che dovremo reperire 1.800 mila euro»; Renzo De Leonardis, presidente dell’expo, ha voluto ringraziare il sindaco «per la fiducia accordatami» ed anche lo storico liutaio Francesco Cavallo, decano degli artigiani fasanesi d’eccellenza, presente in Sala. De Leonardis ha sottolineato che «la filosofia della Mostra è quella di dare il ruolo centrale all’artigiano, rispondendo all’esigenza di supportare, attraverso l’expo, l’intero comparto produttivo fasanese»; Giovanni Laguardia, presidente di “Nuova Artigianfaso”, ha affermato che la Mostra «è il frutto di una sinergia collaborativa perfetta tra tutti gli artigiani ed è proprio questa unità d’intenti alla quale ho lavorato in quest’anno e mezzo». Veronica Giannandrea dello studio “VG Architetti” ha, invece, sottolineato «la novità di quest’anno della distribuzione degli spazi espositivi e con un percorso obbligato da seguire con al centro una sorta di piazzetta che ospiterà tutti gli appuntamenti a latere della Mostra. Oltre ad uno spazio in cui gli artigiani esprimono le loro emozioni e sensazioni sull’esperienza dell’expo». Infine, è intervenuto Gianni Trisciuzzi, sempre dello studio “VG Architetti” che ha annunciato la novità «dell’allestimento del foyer della Mostra, decisamente concettuale ma che non riveleremo oggi per farne una splendida sorpresa all’apertura. In ogni caso – ha sottolineato Trisciuzzi – si tratta di un allestimento che guarda al futuro del fare artigianato, alla ricerca di una nuova identità dell’artigiano che, pur nella consapevolezza della tradizione, deve proiettarsi nel domani».

Nell’ambito dell’expo sono stati banditi, per il secondo anno consecutivo, i concorsi “Miglior Stand Espositivo”, riservato agli artigiani presenti in Mostra, e “Idee a regola d’arte”, aperto a designer, artigiani, stilisti, professionisti, artisti e makers esterni alla Mostra. Il primo prevede, a totale carico dell’espositore che potrà scegliere autonomamente materiali da utilizzare e tematica da considerare, la creazione del proprio stand capace di supportare e valorizzare le produzioni proposte. Gli espositori verranno valutati da una giuria popolare in base ai criteri di valutazione legati a originalità e creatività; funzionalità e qualità espositiva; difficoltà tecnica e realizzativa; legame con il territorio e con le realtà produttive artigianali; capacità comunicativa. Trattandosi di giuria popolare, tutti i visitatori della Mostra potranno esprimere il proprio parere compilando un’apposita scheda ed imbucandola in relative urne. I primi tre espositori (che avranno ottenuto le preferenze maggiori) si contenderanno la vittoria, consistente nella partecipazione gratuita per due mesi, con proprio spazio espositivo, alla “Mostra Permanente delle Attività produttive” sita nel centro commerciale “Conforama”; sarà lo stesso vincitore a scegliere i due mesi (consecutivi), lungo l’arco del periodo che va da settembre 2015 ad agosto 2016, per allestire il proprio spazio. Il concorso “Idee a regola d’arte” prevede, invece, la progettazione/creazione di un oggetto o manufatto da realizzarsi con tecnica scelta dallo stesso partecipante che dovrà presentare la creazione attraverso fotografia, relazione o schema capaci di illustrare al meglio la propria idea progettuale, prima di realizzarla concretamente. I concorrenti saranno valutati da apposita giuria sulla base dei criteri legati ad originalità ed innovazione; funzionalità tecnica ed estetica; fattività tecnica e realizzativa; legame con il territorio e sinergie con le realtà produttive artigianali; capacità comunicativa; presentazione del progetto. La giuria decreterà tre finalisti tra i quali scegliere il vincitore che riceverà, come premio, la partecipazione con proprio stand a “Exhibition Elite”, manifestazione di arte ed artigianato che si terrà a Roma nel prossimo settembre.

Gli espositori. Saranno 38 gli artigiani-espositori per 33 stand: “Vetreria Fasanese” di Cosimo Ladogana, vetreria artistica; Isa Pezzolla/Maria Lacirignola, filet e mobili antichi; Giuseppe Vinci, falegnameria; Filomeno Di Pietro, mobili d’arredo; “Artigian Metal” di Luigi C. Palmisano, fabbro; Giuliana Trapani, oggettistica; “Il sogno di Giudon” di Donato Legrottaglie e Giuseppe Savoia, giochi in legno; “Daf” di Agostino D’Alessio & figli, lavorazione roccia artificiale; “Couture by Rosa” di Rosa Zaccaria, arredo e tappezzeria; Salvatore Rubini, tendaggi; Tommaso Marraffa, caseddaro; Sante Musa, lumi artistici; Giuseppe Malvoni, caminetti; Marisa Bungaro, filet; Giuseppe Pavone, scultura e bassorilievo in terracotta; “Maioliche Pugliese” di Domenico Pugliese, ceramiche; “Angelo Imballaggi” di Angelo Serrano, imballaggi in legno; “Domo Style” di Domenico Monaco, falegnameria ed ebanisteria; Giuseppe Schena e Tommaso Muolo, canestrai; Vincenzo Giannoccaro, sculture in legno; “Serman srl”, serramenti; Vito Marasciulo, ceramiche artistiche; “Alba Decor” di Federico Albanese, lavori in gesso e cartongesso; Roberto Nuvoli, lavori di microcemento ed edili; “La Sartoria” di Erica Ducceschi, tendaggi e coordinati per la casa; Giuseppe Turchiarulo, lavorazione marmi e pietra; Francesco Schiavone, fotografia; “AD Creazioni” di Antonio Di Gennaro, gadget e stampe digitali; “Fantasy dress” di Viviana Caramia e Camilla Pistoia, sartoria e decorazione su abiti; “C.I.E.” (Confederazione Imprese Europee), termoidraulica e manutenzione; Francesco Lomascolo, oggetti di innovazione; Domenico Andriani, pittore; Giovanni Nistri, pittore; Vito Carucci, pittore. Inoltre, vi saranno due spazi espositivi allestiti dalla locale “Università del Tempo libero” (con laboratori didattici dedicati agli antichi mestieri femminili, tombolo, ricamo, chiacchierino) e dall’associazione culturale “Presepe Vivente” (con figuranti che riporteranno alla memoria attrezzi e lavori tipici di fine ‘800 inizi del ‘900).

Incontri associati alla Mostra dell’Artigianato. Nell’ambito della “Mostra dell’Artigianato Fasanese” nel Palazzo dei congressi si terranno vari incontri pubblici, tutti con inizio previsto alle ore 19. Dall’8 al 23 agosto “Il piatto dell’artigiano”, banchetti di degustazione di prodotti enogastronomici locali; martedì 11 “Nutrire il pianeta”, conferenza organizzata in collaborazione con l’associazione “Pro Selva” sull’alimentazione e coordinata da Giuseppe Bari, che tratterà specifici temi: “Sapori e segreti delle erbe commestibili” con Rocco Mariani (agronomo), “Cibo da insetti, opportunità e vincoli per nutrire il pianeta” con Francesco Porcelli (docente dell’Università degli Studi di Bari), “Legislazione e novità alimentari” con Fabiano Amati (consigliere Regione Puglia). Mercoledì 12 e mercoledì 19 si parlerà di “Laserinn – The Innovation Campus”, struttura da oltre trent’anni punto di riferimento per la ricerca sull’innovazione per le imprese; 2000 mq di laboratori e stazioni di lavoro all’interno del  Parco scientifico Tecnologico “Tecnopolis” di Valenzano. Si tratta di un Campus dell’innovazione che ingloba laboratori di ricerca, makerslab, accelerazione e incubazione, design, comunicazione e training per le imprese. Sabato 15 “Sfilata di moda in vetrine” con dieci modelli ed uno shooting fotografico live per tutti i visitatori della Mostra che volessero parteciparvi. Il 16 si terrà l’Instagram Party nel quale i visitatori potranno farsi fotografare dietro ad un pannello riproducente il simbolo del noto social network. Il 21 sarà proiettato un video con le immagini più significative della 45^ Mostra dell’Artigianato Fasanese, mentre il 22 sarà la volta di Fashion Posing, una serie di scatti artistici riservata a giovani modelle e modelli.

Le aziende locali che supportano la 45^ edizione dell’expo sono “Salentù”, “Bagorda”, “Officina liquoristica fasanese”, “Rotondo”, “Petruzzi”, “Zia Rosa”, “Ape e coccinella”, “Savoia”, “Furleo 2”, “Crovace”, “Peccati di gola”, “For.El”, “Mood”, “De.C.O.”, “Salagadula”, “ProEdil costruzioni srl”, “Vetreria fasanese” e “ProStucchi”.

La Mostra diventa, quest’anno, social con la pagina Fb Mostra dell’Artigianato Fasanese.    

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.