Vittoria per 82-67 per i ragazzi di coach Sordi, determinati a portare a casa la vittoria già dal primo quarto.
Vittoria e sorpasso negli scontri diretti. Obiettivo raggiunto per la Technoacque Fasano nella difficile e delicata sfida interna contro la Libertas Altamura, giunta a Fasano con l’intento di
continuare a vincere, dopo il successo esterno di Ruvo. I ragazzi di coach Sordi partono determinati e nel primo quarto fanno propria la partita, con un parziale di 17 che resterà sostanzialmente
immutato per tutta la gara. Il finale di 82-67, ribaltando il -9 subito all’andata, in una classifica così corta, diventa di vitale importanza per i biancoazzurri, adesso attesi agli scontri con le ultime due formazioni della classifica, prima dell’atteso match contro il Lecce.
Coach Sordi mette in campo uno starting-five composto da Santoro in regia, Manchisi e Liaci sugliesterni, Damasco e Persichella a contrastare, in area, i due lunghi altamurani; coach Laterza
risponde con il suo quintetto classico, composto da Radovic in regia, De Bartolo e Fui esterni, e agli interni Koprivica e Barozzi. I primi minuti sono fulminanti per i ragazzi di Sordi, con Santoro (13) che accende il turbo e ne mette 6 in fila, con chirurgici lay-up. La rinuncia al tiro dalla distanza è fondamentale per la costruzione del parziale di 12-04 dei primi 3 minuiti di gioco. La difesa
fasanese obbliga i biancorossi a prendere tiri con bassa percentuale di realizzazione: Manchisi (21) e Persichella (10) puniscono sia dalla media distanza che sotto canestro, sfruttando la poco reattività di Koprivica e Barozzi. Coach Laterza sul 12-04 chiama time-out, ma la risposta è l’ulteriore carica fasanese che aumenta l’intensità e la voglia di correre. Unico neo i due falli chiamati a Damasco (9), richiamato in panca assieme a Liaci. Entrano Giorgio (7) e Argento; l’ala monopolitana fatica in difesa ma risponde in attacco con un bel canestro in penetrazione. Argento (17), uno dei migliori incampo, fa la voce grossa sul perimetro, mettendo la tripla dall’angolo che sancisce la fine del primoquarto sul 25-08.

Il secondo quarto inizia sulla falsa riga della prima frazione, con Argento puntuale e preciso dalla distanza: punisce dall’arco dei 6,75 per due volte, intervallato da Persichella dalla media distanza.
Per l’Altamura, Radovic, migliore in campo assieme a Barozzi, tiene a galla i viaggianti, mentre è in difficoltà De Bartolo, ben tenuto da Liaci prima e Giorgio dopo, sebbene quest’ultimo commette
qualche fallo di troppo. Il secondo quarto, dopo un inizio tutto fasanese, è più equilibrato.
Sul 33-10 arriva la reazione altamurana, che coach Sordi blocca con un time-out che rimette Manchisi in campo con la tripla. Il buon momento in difesa non dura tantissimo, perchè sul finale un contro parziale di 0-9 di Fui e compagni, complice qualche disattenzione di troppo, riavvicina i viaggianti, che vincono il quarto (19-20), e chiudono sul 44-28.
L’intervallo serve a riordinare le idee, e il Fasano riparte subito forte con Damasco e Rosato (3) che, dalla distanza, punisce il tentativo di box-and-one di coach Laterza, che capisce che oggi i fasanesi hanno ottime percentuali al tiro. Cambia leggermente il tema della gara, perchè si comincia a giocare con più consistenza sotto canestro, ne sono testimoni i falli chiamati dagli arbitri.
Si raggiunge presto il bonus, dopo 4 minuti di gioco per i locali, per cui il terzo quarto sarà caratterizzato dai viaggi in lunetta, con Damasco e Santoro protagonisti. Coach Laterza prova a dare
una scossa togliendo Koprivica, non a suo agio sul parquet fasanese, e De Bartolo, impelagato in una complessa situazione falli, lasciando a Radovic e Barozzi il compito di guidare le sorti della
squadra, ma la scossa non arriva, perchè Santoro e Manchisi tengono a distanza i tentativi di rimonta degli altamurani. Il quarto è a favore dei fasanesi per 22-18 e si va all’ultimo riposo sul +20
(66-46).

Nell’ultima frazione per i ragazzi di Sordi, la gara si fa intensa, soprattutto sul perimetro, gli arbitri decidono di fischiare ogni contatto: ne fanno subito le spese Santoro e Manicone, a cui vengono
fischiati un doppio fallo. Il Fasano è leggermente contratto e la Libertas ne approffita per riavvicinarsi sul -16. Coach Sordi non vuole distrazioni, soprattutto in ottica del doppio confronto, e
chiama, al terzo minuto, time out. Manchisi esce dallo stesso con una bomba dalla distanza che rimanda indietro gli ospiti che provano a resistere con Barozzi e Fui. La Technoacque risponde per
le rime con Giorgio e Argento, adesso più vicino a canestro. Sul finale in campo anche gli under, quando la Libertas ha rinunciato a cercare di recuperare lo scarto ed evitare di subire il ribaltone del -9 dell’andata. Si chiude sul 82-67 con gli ultimi sedici secondi di gara che praticamente non si giocano.
Una partita sostanzialmente vinta dai ragazzi di coach Sordi nel primo quarto, giocato a ritmi elevati senza forzature al tiro, e con una solida difesa. Pochi problemi di falli, tranne Damasco nel primo quarto e Argento nei minuti finali, per il resto tutte le rotazioni proposte da Sordi hanno contribuito con intensità e punti a referto. Una gara poi gestita senza subire controparziali, che avrebbero rianimato spettri già vissuti sul parquet del tensostatico.
Ora doppio impegno con le formazioni di coda della classifica. Prima in casa contro la Cestistica Barletta e poi trasferta in quel di Bari, contro la Angiulli di Goran Vukovic. Mancano 7 giornate al
termine del campionato, e la lotta per la promozione diretta si fa davvero interessante con 6 formazioni a contendersi i due posti disponibili.

BASKET FASANO 82 – BAWER LIBERTAS ALTAMURA 67
Parziali: (25-8, 19-20, 22-18, 16-21)
TABELLINI
Technoacque Fasano: Santoro 13, Liaci 2, Manchisi 21, Damasco 9, Rosato 3, Musa0, Argento
17, Persichella 8, Giorgio 7, Sabatelli 0. All.re Sordi
Libertas Altamura: Radovic 17, Manicone, Fui 16, De Bartolo 11, Koprivica 2, Rainò,
Castellano 2 , Favia, Barozzi 19,. All. Laterza
Classifica: Olimpica Cerignola 30, Diamond Foggia 28, BK A. Manfredonia, Sunshine Vieste 26,
Adria Pall. Bari 24, Valentino Bk Castellaneta, Virtus Ruvo di P. 22, Invicta Brindisi, Libertas
Altamura 20,

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.