incontro organizzativo in vista della fiera internazionale “Olio capitale” a Trieste. Il Comune di Fasano e tre aziende olearie locali vi prenderanno parte.

Tutto è pronto per la partecipazione di Fasano (come Comune) e delle aziende locali di settore ad “Olio Capitale”, la più importante rassegna internazionale sugli oli extravergini d’oliva tipici e di qualità italiani ed esteri che si svolgerà a Trieste dal 7 al 10 marzo prossimi, per la nona edizione.

Oggi si è tenuta nel Palazzo municipale una riunione eminentemente organizzativa per predisporre in dettaglio la presenza alla campionaria triestina. Intanto, è chiaro che lo stand apposito sarà quello del Comune in collaborazione col “Parco regionale delle dune costiere – da Torre Canne a Torre San Leonardo”. Uno stand particolare «di ben 27 mq. allocato all’interno del padiglione Puglia – spiega Renzo De Leonardis, assessore alle Attività produttive che sta seguendo e curando la partecipazione fasanese all’appuntamento triestino -; nonostante la campagna olearia di quest’anno sia stata ed è difficilissima – aggiunge – non faremo mancare la nostra partecipazione e lo stand sarà comunque rappresentativo di tutto il territorio, anche se le aziende locali che vi presenzieranno saranno di numericamente meno, per ragioni economiche comprensibili, rispetto all’edizione dello scorso anno cui partecipammo. In ogni caso, Fasano sarà alla ribalta – sottolinea De Leonardis – e questo grazie anche alla sinergia con la rete nazionale associativa “Città dell’olio” cui aderiamo da un anno e mezzo come unico Comune del Brindisino. La nostra iscrizione al sodalizio si è dimostrata importante, proprio ai fini di promozione delle nostre produzioni olearie ed anche dello stesso territorio. Non possiamo, quindi – afferma l’assessore De Leonardis – che ritenerci soddisfatti -; porteremo a Trieste materiale promozionale sulla realtà territoriale e produttiva fasanese: dunque, non solo informazioni sul settore dell’olivicoltura locale ma anche sulle produzioni tipiche che si accompagnano all’olio extravergine d’oliva, dalle cime di rape ai pomodorini “regina” e, poi, tutta la bellezza del nostro territorio, dalla collina alla marina». Ma non solo. Ad “Olio Capitale” verrà promossa anche l’iniziativa della candidatura a Patrimonio mondiale dell’umanità degli uliveti secolari di una parte del territorio pugliese. Si chiama “Paesaggio Agricolo della Piana degli oliveti monumentali di Puglia” il dossier che verrà presentato per candidare all’Unesco i territori di Fasano, Ostuni e Carovigno (che già hanno firmato tutti gli atti necessari) ma, con ogni probabilità, anche di Monopoli e di Polignano a Mare che hanno richiesto di inserirsi nel discorso, portato avanti dai tre Comuni brindisini in collaborazione con il “Parco regionale delle dune costiere – da Torre Canne a Torre San Leonardo”.

In ogni caso, saranno tre le aziende locali produttrici dell’oro verde extravergine ad essere presenti nello stand fasanese: “Piccola Cooperativa Montalbanese”, “Oleificio Giovanni Petruzzi” e “Azienda agricola – Profumi di Castro”.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.