La serata presentata dal nostro caporedattore dott. Gianfranco Mazzotta, ha visto la presenza di autorità istituzionali quali il sindaco di Fasano, dott. Lello Di Bari, i consiglieri regionali, avv. Fabiano Amati e dott. Antonio Scianaro, l’ assessore comunale, avv. Renzo De Leonardis, oltre al presidente del Comitato, l’infaticabile Giovanni Serri e del suo vice, dott. Rocco Marzolla. E’ stato proiettato il video dei presepi partecipanti alla gara, suddivisi in due categorie: quelli allestiti in famiglia e quelli proposti da associazioni. Ancora una volta per la giuria è stato laborioso dover scegliere i vincitori in quanto sono state tante le realizzazioni che hanno mostrato l’attaccamento a questa forma di devozione religiosa e le capacità artistiche dei concorrenti che sempre più affinano la loro attenzione con un’attenzione estrema ai dettagli e ai particolari. Questi i premi assegnati: Per la Categoria Comunità Al 1° posto Scuola dell’Infanzia 1° Circolo – Savelletri in quanto “Gioiosa realizzazione nella quale il tema della pace e dell’universalità si coniuga con quello della Natività di Gesù” . Al 2° posto ex aequo si sono classificati: i presepi dell’Associazione di volontariato Area Celsi “Per la realizzazione ispirata ad un pensiero di don Tonino Bello che invita a trasformare il dolore e la tristezza in amore” e quello delle Confraternite di san Giuseppe e del SS. Sacramento “Il tema del presepe “La fede che ci unisce” è un appello alla solidarietà in nome di Cristo e dei grandi personaggi della chiesa di ieri e di oggi”. Alche al 3° posto un ex aequo: all’Associazione musicale S. Cecilia “Per la natività intesa come armonia musicale” e alla Parrocchia di san Francesco da Paola di Savelletri poichè “Presepe di grandi dimensioni e materiale povero la cui realizzazione ha unito e impegnato i ragazzi del borgo marinaro”. Una delle targhe speciali per la 29° edizione del presepe, messe a disposizione dall’Amministrazione comunale è andato al presepe realizzato dall’Associazione Nazionale Carabinieri – sezione di Fasano “Per la realizzazione tradizionale realizzata presso la casa per anziani che in occasione del bicentenario dell’Arma dei Carabinieri testimonia il legame tra istituzioni e cittadini”. Targhe di merito ai presepi realizzati dall’ Associazione “La Casa Rossa” insieme alla Confraternita del SS. Sacramento e al presepe della casa per anziani Sancta Maria Regina Pacis. Per la Categoria Famiglie Al 1° posto si è classificato Dino Decarolis “Per la complessità della realizzazione caratterizzata dalla presenza di numerosi ambienti dettagliatamente riprodotti con dovizia di particolare e originalità dell’ambientazione”. Al 2° posto ex aequosi sono classificata Rosa Caramia “Per la ricchezza di particolari, il gusto e la raffinatezza della realizzazione che coniuga l’uso di materiali tradizionali con statue meccaniche” e al presepe di Massimiliano Semeraro “Per il gusto, la ricchezza di particolari, per aver riprodotto vita e personaggi in un grande presepe complesso e articolato in più piani e numerose scene di vita”. Al 3° posto exaequo a Giovanni Passatore “Per la realizzazione di grandi dimensioni che ambienta la natività in tipiche case del territorio” e Michele Cecere “Per i numerosi ambienti riprodotti che ricordano paesaggi nostrani e per la varietà e molteplicità di particolari realizzando artigianalmente anche le statue”. L’Amministrazione comunale ha assegnato delle targhe ad alcuni presepi che hanno messo in particolare luce aspetti de territorio e dello spirito fasanese assegnando il riconoscimento ai presepi di Ambrogio Cardone e Filippo Giampetruzzi, quello di piazza Ciaia realizzato da Antonella Schiavone, Leo Renna Peppino Rubino e Mattia Arconzo, un particolarissimo presepe incentrato sull’antica villeggiatura dei fasanesi opera di Eligio Gianfrante, e al presepe di Leonardo Angelini, ambientato in un paesaggio rurale nostrano. Le testate giornalistiche cittadine anno messo in palio alcuni riconoscimenti che sono stati così assegnati: La Coppa Osservatorio: ad Giacomo Convertini “Per la complessa realizzazione che si articola in numerose scene, variegati ambienti e per l’artigianale realizzazione delle costruzioni”. La Coppa Piazza Ciaia: a Marcello Nistri “Per il gusto, l’uso di materiali riciclati e la grande varietà di dettagli e ambienti rappresentati”. La Coppa Radio Diaconia: a Anna Rosa Cincavalli (presepe nella foto) “Per la realizzazione ricca di dettagli che concentra in un piccolo spazio una notevole varietà di ambienti e scene”. La Coppa Gofasano a Francesca Angelini “Per la grande realizzazione che sviluppa molteplici ambienti con l’utilizzo sapiente del tufo e della pietra per la realizzazione di case e paesaggi” La targa di Fasanolive è stata assegnata a Maria Grazia Potenza “Per la grandiosità della realizzazione che si articola in scenari diversi con complessi giochi di luci e di suggestioni”. Il Comitato per il Bicentenario di Pezze di Greco ha assegnato una coppa all’originale presepe vivente realizzato in casa da Antonio e Donato Cecere “Per aver originalmente rappresentato la natività nell’animo contadino e vero della comunità pezzese che quest’anno celebra i 200 anni dalla nascita”. L’Associazione Pro Selva con l’intento di valorizzare il territorio silvano ha assegnato delle coppe ai presepi realizzati da residenti a Selva di Fasano e dunque ad Anna Ruggieri, Maria Ruggieri e a Vita Morelli e Patrizia Perrini. La giuria infine ha segnalato assegnando alcune targhe ai presepi realizzati da Angela Perrone, Angelo Nistri, Cesare Picoco, Claudio Saponaro , Dora Natola, Francesco Saracino, Gianluca Bagordo, Giovanni Miccolis, Giuseppe Mazzotta, Giuseppe Olive, Loredana Olive, Lucia Perricci, Luisiana Lippolis, Maddalena Pedone, Madia Giannoccaro, Maria Losavio, Maria Tinella, Pino Bucca, e Rossella Pentassuglia. Le immagini della cerimonia di premiazione e dei presepi in concorso potranno essere visionate sulla pagina facebook del Comitato Stella sulla Grotta.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.