2003-2013: a dieci anni dall’alluvione di Montalbano è il tema della manifestazione-ricordo di quel terribile evento che funestò la zona a sud di Fasano nella notte tra il 28 e il 29 settembre del 2003, che si terrà 28 settembre prossimo alle 17.30, nell’aula magna della scuola “Fortunato” di Montalbano. Organizzata dal Comune di Fasano, in collaborazione con la Protezione civile di Fasano e l’associazione di Protezione civile “C.B. Quadrifoglio” convenzionata con lo stesso Comune, alla manifestazione parteciperanno, per un loro ricordo del tragico evento di dieci anni fa, il consigliere regionale Fabiano Amati, l’assessore comunale alla Protezione civile Donato Ammirabile, il sindaco di Fasano dell’epoca Vito Ammirabile, il presidente dei volontari di Protezione civile Giannicola D’Amico, il responsabile dell’ufficio di Protezione civile comunale Angelo Decarolis, il sindaco Lello Di Bari, il dirigente scolastico del terzo circolo didattico Silvestro Ferrara, il viceprefetto di Brindisi dell’epoca Michele Lastella, il direttore dei lavori delle opere idrauliche Alfredo Luongo, l’assessore comunale alla Protezione civile dell’epoca Nicola Mola, il consigliere comunale dell’epoca Giuseppe Pace, la guardia giurata Francesco Pinto, il maresciallo della Polizia municipale di Fasano Raffaele Saladino, il capo distaccamento dei Vigili del Fuoco di Ostuni dell’epoca (ormai in congedo) Luciano Scatolino, il presidente della Circoscrizione di Montalbano dell’epoca Angelo Spalluto, il responsabile dell’epoca della Croce Rossa Italiana Cinzio Sportelli (oggi responsabile regionale della Cri), il dirigente del Settore Protezione Civile della Regione Puglia dell’epoca Giuseppe Tedeschi, il consigliere comunale dell’epoca Massimo Vinale e il maresciallo Maurizio Visconti, sottufficiale in congedo dell’Arma dei Carabinieri. Quella tragica notte si registrarono danni per diversi milioni di euro sia alle infrastrutture pubbliche che a quelle private: abitazioni, strutture commerciali ed anche il comparto agricolo ne risentì notevolmente. In quella occasione la macchina dei soccorsi fu messa a dura prova riuscendo a superare tutte le criticità emerse. Nel decimo anniversario, per ricordare quella terribile notte, per ricordare quanto fu fatto dai soccorritori e per verificare l’impegno e i risultati delle Amministrazioni comunali succedutesi, che sono riuscite in dieci anni, grazie ai finanziamenti di Ministero dell’Ambiente e Regione Puglia, a realizzare un’opera di ingegneria idraulica unica nel suo genere che ha messo definitivamente in sicurezza la frazione di Montalbano.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.