Presentato nella mattinata di martedì 5 giugno presso la Sala di rappresentanza del Comune di Fasano, il ricco calendario di eventi culturali e folkloristici messo a punto dal Comitato Giugno Fasanese in vista dei festeggiamenti dei Santi Patroni. La rassegna di appuntamenti è patrocinata da Comune, Provincia e Regione. Presenti alla conferenza stampa il sindaco di Fasano Lello Di Bari, il presidente del Comitato Lucio Legrottaglie e la responsabile del settore turismo del Comune di Fasano Margherita Latorre. Il sindaco si è detto soddisfatto della proposta formulata quest’anno dal Comitato Giugno Fasanese definendolo un “Festival di qualità “. Mentre il presidente Lucio Legrottaglie ha voluto ringraziare pubblicamente l’amministrazione comunale per aver concesso al comitato alcune aree dell’immobile di Palazzo Pezzolla da adibire a sede e a spazio espositivo per eventi culturali. “Un cartellone di eventi molto ricco, nonostante la crisi internazionale. ” ha spiegato Margherita Latorre “Infatti diversi cortei storici italiani con i quali condividiamo un’amicizia, non potranno essere con noi per via dei tagli imposti dai rispettivi enti locali. A fare l’eccezione saranno i cortei pugliesi e gli amici di Tollo (CH)”. Si comincia domenica 10 giugno con il Pellegrinaggio in costumi d’epoca al Santuario di Pozzo Faceto con successiva benedizione degli stendardi. Seguiranno i “Giochi della bandiera” in Piazza XX Settembre di Pezze di Greco. I festeggiamenti fasanesi inizieranno anche quest’anno con un giorno di anticipo con la manifestazione, giunta al suo terzo anno consecutivo, e fissata per giovedì 14 giugno “Correva l’anno”¦ 1678″, durante la quale il centro storico tornerà a rivivere i vecchi tempi: dame, carrozze, soldati e spettacoli circensi coloreranno il centro storico. La novità di quest’anno sarà l’accampamento dei turchi fuori dalla mura del borgo, ovvero in Piazza Ciaia, e il mercatino del contadino in costume d’epoca in Piazza Mercato Vecchio (grazie alla collaborazione con la Confederazione Italiana Agricoltori sarà possibile acquistare prodotti della terra a km zero). Venerdì 15 giugno si entra nel vivo dei festeggiamenti con la consegna delle chiavi (quest’anno cambierà la dama) e la Festa dei Cortei Storici d’Italia con la sfilata dei cortei “La Battaglia tra Turchi e Cristiani” di Tollo (Ch), “Traslazione delle reliquie di san Vito Martire” di Lequile (Le), “Il Torneo della Civetta” di Tuturano (Br), “Il Corteo del Balì Carafa” di Putignano (Ba) e “La Scamiciata” di Fasano. Sabato 16 giugno, invece, l’attesissima “Scamiciata” con la partecipazione dei gruppi folk “Gli Scalzi” (di Cabras, in Sardegna) e “Città di Shijak” (Albania) che a fine manifestazione eseguiranno uno spettacolo in Piazza Ciaia. La novità di quest’anno sarà il ritorno della “Lotta tra fasanesi e turchi”, fortemente voluta dal Comitato e realizzata grazie all’impegno e alla buona volontà di alcuni giovani fasanesi. Non mancherà neanche quest’anno l’iniziativa “Turisti in prima fila”, che coinvolgerà due coppie di turisti (una italiana e una straniera) consentendo loro di ammirare gli spettacoli dal balcone del Palazzo di città e di degustare una cena tipica locale nel centro storico. Di contorno a tutto il cartellone di eventi, in collaborazione con la Confraternita del Purgatorio, dall’8 al 18 giugno sarà allestita nella stessa chiesa la mostra di opere d’arte sacre dal titolo “Domestica Pietas: santi sotto campana e cultura della devozione”, visitabile dalle ore 19 alle 21.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.