Venerdì 4 maggio si è tenuta una breve cerimonia simbolica di posa della prima pietra per l’avvio della ristrutturazione dell’immobile confiscato alla criminalità organizzata nella frazione fasanese di Pezze di Greco. ha simbolicamente dato il primo colpo di piccone il sindaco Lello Di Bari per l’occasione accompagnato dal consigliere comunale delegato ai Lavori pubblici, Donato Ammirabile, e dall’ingegnere comunale Leonardo D’Adamo. L’immobile è quello entrato a far parte del patrimonio del Comune, dopo la confisca alla criminalità organizzata, nel 2008. Si tratta di una struttura composta da un appartamento ubicato in corso Nazionale e da due locali di pertinenza a piano terra, di cui uno affacciantesi sullo stesso corso Nazionale e l’altro su via Minà². La ristrutturazione se l’è aggiudicata la “Carparelli Costruzioni, srl” per un importo complessivo di 580.699,83 euro. L’immobile è stato assegnato dal Comune alla “Casa dei giovani” (con sede nazionale in Sicilia) al fine di aprire un Centro socio-educativo diurno per minori e un Centro di ascolto e di segretariato sociale per informare e orientare le famiglie, e i soggetti con problemi, verso percorsi di riabilitazione, di protezione sociale e reinserimento socio-lavorativo.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.