Il notevole successo di pubblico registrato dall’iniziativa NEXT. Dieci trend al 2020, organizzata pochi giorni fa dal movimento “in Comune” con l’intervento del celebre sociologo prof. Domenico De Masi, ha confermato che i tempi sono ormai maturi per pensare a nuove forme del “fare politica”. “Con la manifestazione che abbiamo messo in campo ” sottolinea Vito Bianchi, candidato sindaco del movimento “in Comune”, che ha introdotto i lavori ” abbiamo potuto dimostrare come nella cittadinanza fasanese vi sia un’esigenza di comprendere le dinamiche sociali e di riconoscere, anche tramite un approccio scientifico, le strade da percorrere verso il futuro. NEXT ha rappresentato certamente un momento importante, che ha contribuito ad agganciare il dibattito politico locale a prospettive più ampie, in una riuscita azione di sprovincializzazione”. L’evento ha fornito delle precise indicazioni: “Se è vero che sul piano globale andiamo incontro a una crisi economica terribile ” aggiunge Vito Bianchi ” la quale anche a Fasano inciderà sul modo di vivere della gente, è anche vero che abbiamo una fortuna: viviamo in un territorio unico al mondo, traboccante di risorse e bellezze. Basterà assecondarlo, non violentarlo: e proprio perchè siamo fortunati a essere nati qui, dove è più agevole fruire, con semplicità , di mare, collina, ulivi, masserie, insomma di paesaggi e architetture in magico equilibrio fra loro, proprio per questo potremo reggere me-glio i colpi della crisi, vivere meglio. Il lavoro assorbirà meno persone, ci saranno forse meno soldi da spendere, e tuttavia avremo più tempo da trascorrere in libertà , saremo più “ricchi di tempo”: perciಠdobbiamo costruire e favorire gli strumenti per una vivibilità soste-nibile in un luogo meraviglioso, ove immergerci senza eccessivo dispendio economico, e do-ve, per esempio, si possano avere a disposizione infrastrutture per passeggiare, socializzare, andare in bicicletta, trovarsi in spiaggia, contemplare la natura. Le ansie si spegneranno nella spontaneità dei rapporti e in una riscoperta del senso della comunità in simbiosi con l’ambiente. Certo, bisognerà rimodellare esigenze e costumi. Bisognerà adattare il nuovo tempo ai luoghi, e non viceversa: ma potremo salvarci, se prendiamo coscienza e agiamo, adesso”. In questa prospettiva, e in un percorso di condivisione progettuale, il movimento “in Comune” invita tutte le componenti sane del territorio fasanese a coalizzarsi in un’unica forza attiva, con cui sradicare vecchi poteri incancrenitisi nella ricerca del tornaconto individuale. “Non è più tollerabile una politica basata sull’egoismo e sui personalismi, a danno del bene comune: l’interesse particolare non puಠpiù essere prevalente sul generale”, conclude Vito Bianchi.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.