Ore 8,00 suona la campanella: si aprono le porte e comincia la nuova avventura scolastica per migliaia di studenti delle scuole materne, elementari, medie e superiori. A dispetto del clima di piena estate, con la scuola si apre la stagione autunnale. Le città appaiono trasformate e se fino a ieri mattina sonnecchivano da oggi alla stessa ora, sono piene del vociare di bambini e ragazzi, tutti zaini in spalla per cominciare o riprendere il discorso scolastico. Davanti alle scuole capannelli di gente, genitori che accompagnano i più piccoli alle materne e alle elementari, vigili urbani che regolano il traffico e sorvegliano sull’incolumità degli scolari, i timori di chi comincia la un nuovo ciclo scolastico alle elementari, medie e superiori, la gioia di adolescenti e giovani per essersi ritrovati dopo la pausa estiva. In questo clima restano in secondo piano le incertezze di questo anno scolastico legate alle strutture non sempre all’altezza delle aspettative, al gran ballo degli spostamenti di docenti, al precariato perenne di tanti insegnanti, ai programmi non sempre in linea con le esigenze di preparazione e spesso legati a logiche burocratiche e ragionieristiche che finiscono per non preparare gli studenti all’avventura universitaria e al mondo del lavoro. Ma almeno per oggi, dietro il suono della campanella ci sono sorrisi si speranza e l’auspicio che tutto fili liscio. In bocca al lupo a tutti!

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.