Italia Turismo e Invitalia, società controllate dall’Agenzia nazionale per l’attrazione di investimenti e lo sviluppo d’impresa, hanno deciso di realizzare venti campi da golf da 18 buche nell’area rurale tra il comuni di Fasano, Ostuni, San Michele Salentino, Carovigno e Ceglie Messapica. La provincia di Brindisi insomma si trasformerà , nei prossimi 20 mesi, in una meta ambita per i 14 milioni di golfisti che non trovano una destinazione tra ottobre e marzo. E’ il clima infatti, oltre alla naturale predisposizione del territorio, a costituire un ingrediente vincente per gli investitori. Il progetto “Terra dei Trulli” è già stato avviato con la sigla del protocollo d’intesa tra i cinque Comuni coinvolti; serviranno almeno sei mesi per ottenere tutte le autorizzazioni e quattordici per avviare i cantieri. “Questa terra – ha spiegato Michelle Benedetti, presidente del Benedetti Golf International di Francia – ha un potenziale incredibile. A questo punto è necessario solo che la politica si attivi per rispondere alle richieste dei privati“. Invitalia ha deciso di investire in questo progetto anche per rispondere all’esigenza di creare un turismo destagionalizzato che riesca a dare spazi ai golfisti che nei mesi invernali sono obbligati a restare lontani dai campi. “Qui possiamo farli giocare per undici mesi all’anno” ha confermato anche il sindaco di Fasano Lello Di Bari. La stima già realizzata è di 2.500 golfisti a settimana, che si traducono in 3.500 posti di lavoro ma l’esigenza è soprattutto sportiva. A coordinare il comitato Terra dei Trulli è infatti Cesare Fiorio, ex direttore della Ferrari, che ha ricevuto l’incarico dagli enti locali.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.