Una folla immensa è commossa si è stretta intorno alla famiglia e agli amici di Francesco Lapertosa, il giovane 22enne di Fasano, deceduto in seguito alle gravi ferite riportate in un incidente stradale avvenuto domenica pomeriggio a Pezze di Greco. La salma dello sfortunato ragazzo è stata vegliata da amici e familiari presso la chiesa del Purgatorio dove per ore c’è stato un ininterrotto pellegrinaggio di persone affrante per la morte di un altro giovane fasanese. In tanti lo hanno voluto accompagnare nel suo ultimo viaggio, quello dalla chiesa del Purgatorio alla Matrice, dove don Sandro Ramirez ha officiato il rito funebre. Il corteo, aperto da due ali di giovani con mazzi di fiori bianchi ha preceduto i labaro dell’AIDO, l’Associazione Italiana dei Donatori di organi: infatti la famigli ha acconsentito che gli organi di Francesco venissero espiantati per permettere a 5 persone di continuare a vivere attraverso il suo cuore, i sui reni e le sue cornee. Intorno al feretro i compagni di squadra della formazione di serie C1 dello Junior Fasano della quale Francesco era portiere e poi i familiari, gli amici, i compagni di Università (Lapertosa doveva laurearsi a breve in economia), i compagni di lavoro (prestava la sua opera in locali della zona per pagarsi gli studi) e tanta gente comune commossa dal tragico evento e colpita dalla generosità del giovane e della sua famiglia. Francesco Lapertosa riposerà ora presso il cimitero di Fasano.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.