Il vicesindaco di Fasano, Antonio Scianaro, ha scritto una lettera di protesta per i disservizi nel recapito della corrispondenza registrati in città e nelle frazioni, indirizzandola a Vincenzo Spano, responsabile Risorse Umane Regionale Sud 1 (Puglia, Basilicata, Molise). Nella missiva, Scianaro scrive: “(“¦) i fasanesi a giusta ragione, lamentano il disagio, investendo del problema l’Amministrazione comunale e, quindi, anche il sottoscritto. (“¦) Le lamentele sono espresse da centinaia di cittadini sul malfunzionante recapito di corrispondenza in intere zone del Fasanese, questa volta toccando anche la via centrale della città , Nazionale dei Trulli in cui, peraltro, è ubicato l’ospedale cittadino che, come puಠben immaginare ” precisa Scianaro nella lettera – è struttura ricevente notevoli quantità di corrispondenza di una certa importanza”. Afferma il vicesindaco: “Ho deciso di scrivere al dott. Spano, poichè è inaccettabile che interi quartieri di Fasano e, spesso, anche intere zone delle nostre frazioni, non ricevano la corrispondenza. Anzi ” continua Scianaromi risulta che alcuni cittadini si vedano costretti a ritirare loro stessi lettere e bollette per consumi domestici direttamente negli uffici postali; il che è incredibile, giacchè il servizio di recapito della corrispondenza è un dovere per Poste Italiane e, dunque, il disservizio di questi giorni e delle passate settimane arrecato ai cittadini potrebbe persino configurare una sorta di interruzione di pubblico servizio. Poste Italiane deve assolutamente intervenire e risolvere al più presto l’incresciosa situazione“. Scianaro, nella lettera indirizzata al dott. Spano aggiunge: “(“¦) Le chiedo d’intervenire affinchè si ripristini il servizio per evitare che i fasanesi si vedano recapitare bollette delle utenze domestiche oltre i termini di scadenza del pagamento delle stesse; il che comporterebbe un aggravio di spesa per gli utenti, dovuto all’applicazione degli interessi di mora da parte dei gestori dei vari servizi (telefonici, elettrici, del gas metano e dell’acqua)“. Scianaro, infine, nella lettera esprime “la speranza che un’organizzazione nazionale così importante e storicamente nota come Poste Italiane possa evitare, in futuro, di arrecare disagi e conseguenti danni ai cittadini“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.