Le Terme di Torre Canne a Fasano hanno sospeso da lunedi pomeriggio, a scopo cautelativo, le cure tramite inalazioni, aerosol, nebulizzazioni ed irrigazioni nasali. La decisione è stata resa nota, con comunicato, dalla direzione del complesso termale, dopo un incontro avuto con il dipartimento di prevenzione dell’Asl di Brindisi. Nei giorni scorsi una ventina di persone aveva accusato malori dopo essersi sottoposta alla terapia, e una donna di 76 anni era successivamente deceduta nell’ospedale di Fasano. Sono in corso esami tecnici, dopo una serie di prelievi eseguiti nelle Terme, per accertare se ci sia un nesso causale tra i malori accusati dai pazienti e le terapie inalatorie. La decisione, si legge nella nota, è stata presa “in considerazione della crescente preoccupazione dell’opinione pubblica e volendo adottare ogni mezzo e precauzione per tutelare la salute dei pazienti”. La sospensione, si precisa, durerà “sino a quando gli esiti del monitoraggio a tappeto disposto dall’Asl di Brindisi sulle cure termali non consentirà di escludere, senza alcun margine di dubbio, che i trattamenti erogati dalle Terme possano avere un nesso causale con i casi di broncopolmonite registrati“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.