E’ attivo dal 15 giugno scorso lo sportello “Informafasia”, un progetto pilota che garantisce un supporto psico-socio-legale alle famiglie dei pazienti afasici. L’iniziativa è dell’AITA (Associazione Italiana Afasici), nell’ambito del bando di Progettazione Sociale promosso e finanziato dal CSV Poiesis di Brindisi. Il servizio è accessibile a livello provinciale e fornisce alle persone interessate consulenza sui problemi connessi all’afasia, in un’ottica di promozione della salute. Un’equipe di professionisti -psicologo psicoterapeuta, neuropsicologo, assistente sociale e consulente legale- assiste le famiglie per una migliore conoscenza dei loro diritti: invalidità civile e indennità di accompagnamento, diritto alla logopedia e alla fisioterapia, valutazione del deficit comunicativo e dell’eventuale deficit cognitivo, conoscenza delle strutture esistenti sul territorio per il reinserimento sociale. La consulenza è gratuita. Per maggiori informazioni, contattare la responsabile del progetto, dott.ssa Mariagrazia Pinto (tel. 328 4221868).

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.