Il 16 aprile l’ambulatorio in corso Vittorio Emanuele gestito dalle Infermiere Volontarie della CRI di Fasano sarà liberato, per scadenza del contratto di locazione. Già da venerdì scorso non si effettuano più prestazioni, con disappunto degli assistiti. Nell’ambulatorio, attivo da diversi anni, sono stati assistiti più di 4000 pazienti, ai quali venivano offerti servizi di misurazione della pressione, trigliceridi, glicemia e altri piccoli esami. La media era di 30 persone al giorno. “Il Comune, che pagava il canone di locazione “dichiara il presidente del Comitato Locale CRI Vincenzo Sportellici ha fatto sapere che poichè non è stato ancora approvato il bilancio, non si puಠrinnovare il contratto. Confidiamo nella buona volontà dell’Amministrazione comunale. A giugno dovremo liberare anche il locale in corso Perrini, in cui distribuiamo i viveri AGEA, facciamo assistenza psicologica e forniamo presidi sanitari alle persone bisognose. E’ un vero e proprio sportello sociale che rischia di chiudere improvvisamente. Noi invece vogliamo potenziarlo, e speriamo di poter presto continuare a offrire ai fasanesi i nostri servizi, così come in silenzio avviene da 50 anni a questa parte“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.