In relazioni alle notizie di stampa sull’episodio del “gavettone” lanciato da ignoti e che ha colpito l’ex cittì della Nazionale di calcio Roberto Donadoni (causando l’interruzione inaspettata della cena in un ristorante della zona) in vacanza nella frazione marinara di Savelletri, il sindaco di Fasano Lello Di Bari si dice “profondamente dispiaciuto per un episodio che certamente si iscrive nell’alveo dell’inciviltà e che non puಠnon essere condannato. Pertanto, porgo al nostro noto ospite le più sentite scuse, a nome mio personale e dell’intera Fasano, città da sempre a vocazione turistica e, quindi, animata da convinto spirito d’accoglienza. Quello dell’altra sera è uno stupido e barbaro gesto compiuto da chi, certamente, non ha a cuore il buon nome della città e non conosce le regole della buona educazione. In ogni caso, Roberto Donadoni è il benvenuto nella nostra realtà e mi auguro che l’episodio di cui è stato vittima non inficerà il suo amore per la nostra terra manifestato con l’acquisto di una splendida masseria, oggi in via di ristrutturazione“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.