Il sindaco di Fasano, Lello Di Bari, apre la verifica politico-amministrativa ed scrive una lettera ai dieci assessori, ai segretari dei partiti politici e ai capigruppo consiliari della maggioranza e dell’opposizione, chiarendo i termini della questione ed annunciando che, uno degli atti dei prossimi giorni sarà l’azzeramento delle deleghe assessorili. “La conclusione della vicenda-Monteco, nell’ultimo Consiglio comunale, con il voto di soli 14 consiglieri di maggioranza, è il terminale di un periodo amministrativo ” scrive Di Bari caratterizzato imprevedibilmente da episodi sconcertanti per una giovane coalizione, quali la mancanza del numero legale in Consiglio comunale, in almeno due circostanze“. Il sindaco non fa fatica ad aggiungere che “anche l’analisi più improvvisata, denuncia la presenza di gruppi di pressione, destabilizzanti l’attività di governo cittadino. Perchè tutto scorra nell’alveo di una corretta e trasparente gestione della cosa pubblica ” sottolinea Di Bari ho sontetito il bisogno di formalizzare da oggi una verifica politico-amministrativa dopo aver ascoltato i segretari ed i capigruppo dei partiti di maggioranza, come del resto avevo preannunciato a conclusione dell’ultimo Consiglio comunale. Insieme a loro ” spiega il sindaco nella missiva “ sarà stilata l’agenda degli incontri bilaterali e di grupp[/i]o“. Ad ogni modo, Di Bari non ha dubbi: “La prima, necessaria, determinazione è quella di azzerare le deleghe assessorili, con la volontà di conchiudere il più celermente possibile questa doverosa verifica“. E l’attività amministrativa? “Non subirà alcun rallentamento, affinchè la cittadinanza non debba essere penalizzata in alcuna forma. Ritengo questo atto doveroso ” conclude Di B[/b]ari per tenere fede all’impegno con la città : governare all’insegna della trasparenza“.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.