Nel Palazzo municipale di Fasano è stato raggiunto l’accordo, e firmato il relativo contratto di transazione, fra Comune e “Monteco” (la ditta gestrice del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani) a seguito della controversia giudiziaria sfociata in una procedura arbitrale che si è conclusa con la pronuncia del lodo col quale è stato dichiarato che il Comune di Fasano è debitore di “Monteco”. Il lodo esplicitava il debito in 6.652.681,05 euro, mentre “grazie all’accordo raggiunto ” spiega il sindaco Lello Di Bari, firmatario del contratto di transazione assieme a Rosa Belfiore, dirigente comunale del settore Territorio e Ambiente, Cheti Narracci, segretaria generale del Comune e Antonio Montinaro, legale rappresentante della “Monteco” ” che ci riconosce una riduzione pari a 687.227,33. Pertanto, verseremo nelle casse della ditta salentina 5.965.454 euro. Ma non solo ” precisa Di Bari con l’accordo siglato, la “Monteco” rinuncia all’azione esecutiva se il Comune adempie a tutti gli obblighi previsti dal contratto di transazione entro il 30 novembre prossimo. Peraltro ” precisa il sindaco ” verranno corrisposti alla “Monteco” solo gli interessi per la dilazione del pagamento (che, quindi, avverrà in forma rateizzata), con esclusione della rivalutazione monetaria. Abbiamo, altresì, raggiunto l’accordo che in caso il Comune riesca a vendere un immobile di proprietà raggiungendo la quota totale del debito, ossia i 5.965.454 euro, il debito sarebbe totalmente estinto con unica rata entro e non oltre il 10 gennaio 2008. In tal caso ” precisa ancora Di Bari ” la “Monteco” rinuncerebbe, senza riserva alcuna, agli interessi di qualsivoglia natura giuridica oltre che alla rivalutazione monetaria, cosicchè risparmieremmo ulteriori 478.827,40 euro. Alla luce di ciಠ” afferma il sindaco ” mi pare di poter dire che siamo riusciti a spuntare un accordo importante che, se riuscissimo davvero a pagare in un’unica rata il debito con la vendita di un nostro immobile, farebbe risparmiare al Comune, in totale, 1.166.054,70 euro. Una cifra non da poco ” sottolinea Di Bari se consideriamo questo delicato periodo finanziario attraversato dal Comune“. In ogni caso, le rate stabilite dal contratto di transazione sono tre, di euro 2.097.454 euro da versare entro il 10 gennaio 2008, di 1.934.000 da versare entro il 31 dicembre 2008 e di un’altrettanta somma finale da versare entro il 31 dicembre 2009. Anche l’importo degl’interessi è stato rateizzato: 239.413,70 da pagare entro il 31 dicembre 2008 ed un’altrettanta somma da versare entro il 31 dicembre 2009. Le pretese avanzate dalla “Monteco” si riferiscono all’aggiornamento del canone, alla revisione prezzi, ai lavori extracontrattuali.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.