Ogni persona, in media mangia involontariamente almeno cinquantamila particelle di microplastica all’anno e ne respira altrettante.

L’abbandono della plastica è ormai diventato un problema serio. Le micro particelle sono arrivate ovunque, contaminando la catena alimentare e inquinando la bellezza del nostro patrimonio.

Passo dopo passo, l’obiettivo è di limitare l’utilizzo della plastica: è una sfida globale e urgente che richiede il contributo di tutti. Cittadini, istituzioni e imprese devono unire le forze per fare la loro parte.

Giovedì 20 giugno alle ore 17.30, nella Sala di Rappresentanza di Palazzo di Città, sarà presentato il progetto “Fasano Plastic Free”.
Si tratta di un’iniziativa sperimentale ideata dal Comune di Fasano, tramite il suo Comitato Tecnico Scientifico per la Valorizzazione Internazionale del Territorio, in collaborazione con il Parco Naturale Regionale delle Dune Costiere. Fondamentale è, inoltre, il ruolo dei due operatori commerciali situati in Piazza Ciaia che somministrano cibo e bevande: Bar Bella Napoli e Faso Cafè, entrambi promotori e partner del progetto.

L’intento è quello di fare rete per sperimentare per la prima volta a Fasano l’inutilizzo di plastiche monouso e non degradabili e di farlo durante i cinque grandi eventi musicali che si terranno quest’estate in Piazza Ciaia, rendendola la prima Plastic Free Zone del nostro territorio.

Perché le grandi azioni partono sempre dai piccoli gesti.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.