È morta a Napoli, Suor Adele Labianca, della congregazione religiosa delle Figlie della Carità Vincenziana, per moltissimi anni caposala del reparto medicina interna e lungodegenza dell’ospedale fasanese Umberto I.
La religiosa già nell’agosto 2014 aveva accusato un grave malore dal quale non si era mai completamente ripresa tanto da dover essere trasferita nel capoluogo partenopeo vivendo un lungo periodo di malattia
La suora è stata testimone, nel 1966, della miracolosa guarigione di suor Caterina Capitani (consorella di suor Adele) per intercessione di papa Giovanni XXIII, miracolo riconosciuto dalla Chiesa che ha determinato la beatificazione di Papa Giovanni XXIII nel 2000.

Profondo il ricordo di quanti l’hanno conosciuta negli anni dell’attività presso il nosocomio fasanese, da parte della Chiesa locale e in particolare nei gruppi di volontariato vincenziano dov’era particolarmente presente e stimata.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.