Non avevano fatto i conti con il sistema antifurto a inchiostro i ladri armati e incappucciati che alle 5 del mattino si sono impossessati dell’intero sportello postamat scardinato dai muri dell’ufficio di Montalbano: il bottino, oltre 35mila euro, è stato poi abbandonato dopo che i ladri hanno constatato che tutte le banconote erano state macchiate. Per mettere a segno il colpo il commando – secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori – avrebbe bloccato la strada e minacciato col fucile alcuni passanti, ragazzi di ritorno dai locali notturni, costringendoli a cambiare strada. Non è stato ancora stabilito il numero delle persone che facevano parte della banda. Il dispositivo contenente l’intero bottino è stato trovato dagli agenti del commissariato di Ostuni in località Pilone attorno alle 6. I malfattori lo avevano abbandonato, non potendo più utilizzarne il contenuto ormai macchiato indelebilmente. Rinvenuto anche il carro attrezzi usato per trasportarlo, risultato rubato a Francavilla Fontana il 19 ottobre scorso. Sul furto del bancomat, scardinato dalla sua postazione in via Teano, indagano i carabinieri. Stando alle ricostruzioni fatte dagli investigatori, i ladri avrebbero raggiunto il posto a bordo di una Audi A8 e del mezzo pesante. Dopo aver bloccato la strada, avrebbero forzato la porta di accesso dell’ufficio postale e disattivato la linea telefonica che veicola il segnale di allarme. Hanno poi agganciato il cash dispenser che è stato estratto dal muro,

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.