Sono stati resi pubblici i vincitori della XV edizione del “Premio Nazionale di Narrativa Valerio Gentile”, il concorso gratuito rivolto ai giovani scrittori italiani under 30 e promosso (assieme al Premio Internazionale di Canto Liritco) dal “Centro Studi Valerio Gentile” con l’obiettivo di mantenere viva la memoria del giovane fasanese barbaramente ucciso il 14 marzo 1993. Il canto lirico e la narrativa erano infatti alcune delle passioni di Valerio, così i famigliari, quindici anni fa, hanno pensato di continuare a ricordarlo offrendo ad altri giovani la possibilità di coltivare le stesse passioni. Testimonial del premio letterario è il regista e scrittore Pupi Avati. Ad aggiudicari il primo premio, e quindi la pubblicazione dell’elaborato in una collana edita da Schena Editore, è il ventisettenne Vincenzo Lisciani Petrini di Termoli con “Il breve sogno”. Al secondo posto invece Giuseppe Carradori di Bracciano (Roma), 24 anni, con “La storia di Cesare Campagiorni”. Al terzo posto Nicola Orofino di Ravenna (26 anni) con “Amori e drammi”. Il premio della categoria “Giovanissimi” è andato invece alla piccola Alessia Calò (10 anni) di S. Giovanni Rotondo (FG) con “La leggenda del Drago Guardiano”. La giura che ha valutato gli elaborati è composta da un rappresentante del Centro Studi, uno della Casa Editrice Schena Editore e da un giovane autore premiato in una delle precedenti edizioni del premio. Seguiranno a breve aggiornamenti sulla cerimonia di premiazione che si svolgerà, sempre in estate, presso il ristorante “Il Fagiano” a Selva di Fasano.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.