Fresco di rinomina, qualche giorno fa il Sindaco di Fasano, ha ricevuto un messaggio con minacce di morte attraverso la sua casella di posta elettronica. A primo impatto ha pensato ad uno scherzo, ma dopo essersi confrontato con i suoi più stretti collaboratori, ha ritenuto opportuno sporgere denuncia ai Carabinieri. Sono al momento in corso le indagini da parte della Polizia Postale per risalire all’autore del messaggio minatorio. Che sia reale terrorismo o il folle gesto di un mitomane o uno scherzo, rimane sicuramente un vile gesto che preoccupa, alla luce anche dell’attentato di Brindisi. Un messaggio scritto in italiano poco corretto e firmato “Brigate Rosse” che inviterebbe il neo-sindaco “assolutamente dimettersi prima e non oltre 90 giorni a partire da questa mail. Se avremo riscontri nei vostri attenzioni provvederemo diversamente e saranno vere e proprie guerre. Fai attenzione dove metti i passi sei un morto che cammina”. E conclude: “Ti auguro tanta fortuna, ma purtroppo sono lieto informarla che anche se viene da un’origine mafiosa non ti molleremo mai”. Tanti già i messaggi di solidarietà a Lello Di Bari, tra questi quello della dirigente del liceo “Da Vinci” di Fasano, Stella Carparelli, avversaria dell’attuale sindaco alle elezioni amministrative appena conclusesi. Stella Carparelli ha telefonato a Di Bari non appena appresa la notizia e ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Esprimo al sindaco solidarietà umana, prima ancora che politica. Quando si tratta di serenità personale non si puಠnè giocare, nè scherzare. Considero la politica il luogo del rispetto e della democrazia, ed è chiaro che condanno l’episodio soprattutto in questo momento delicato attraversato dalle istituzioni, compresa la scuola. Non si puಠe non si deve lasciare spazio nemmeno ad un’eventuale idea giocosa. Il richiamo è alla responsabilità e alla serietà “. Messaggio di solidarietà anche dall’altro competitor del primo turno alla carica di Sindaco, Vito Bianchi che scrive “In un momento di particolare ansia con la nostra provincia al centro di fatti ad altissima tensione sociale, il messaggio inviato a Lello Di Bari assume contorni inquietanti, qualunque sia la matrice. Il movimento “in Comune” con Vito Bianchi esprime solidarietà all’uomo e al Sindaco”. Solidarietà al sindaco anche dalla redazione e da tutto lo staff di Radio Diaconia.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.